con chi ho identita' di vedute

Italynet Staff staff a ITALYNETWORK.IT
Gio 1 Mar 2001 12:22:33 CET


Salve, rispondo e mi scuso del pur breve ritardo ma "son pieno
di lavoro fin all'occhi..." :)

> From: <amonti a unich.it>
> come potrai leggere dai verbali della riunione del CE a Pisa oltre
> alla proposta di Enzo ce n'e' un'altra basata su un approccio
> differente, piu' simile alla realta' americana (quella di Enzo e'
> comparabile al modello Nominet.uk). Personalmente, non sono
> andato
> oltre nell'elaborazione concreta, perche' ritenevo - e ritengo
> tutt'ora - che sia preferebile verificare il gradimento dell'assemblea
> su una formula (quale che sia) e solo dopo "passare al pratico".

Appunto. Ma preferisco anche che il "gradimento dell'assemblea" sia
verificato PRIMA attraverso la lista e si arrivi ad una proposta formulata
da una o piu` persone che raccolgano consensi sufficientemente ampi.
Altrimenti il rischio e` quello solito:
- in prima battuta siamo tutti d'accordo
- si vota et voila` la cosa sembra fatta...
- i gruppi (TF ecc.) passano al pratico
- dopo un mesetto presentano la prima stesura definitiva
- qualche voce comincia a dire "non era cosi che l'intendevo"
- qualche altra dice "ho cambiato idea"
- si revisiona la prima stesura (altro mese...);
- si presenta la seconda stesura;
- peggio che andar di notte: ora siamo divisi. ASSEMBLEA!
eccetera.

Non mi sembra nemmeno improbabile: non e` cosi` che - piu` o
meno - e` andata finora? Quindi: giusto verificare il "gradimento"
di una proposta, ma ancora meglio far valutare una proposta con
un minimo di profilo, credo.

>  In
> sintesi, la proposta che avevo formulato si schematizza cosi': 1 - le
> regole di naming contengono solo norme tecniche 2 - tutta la
> regolamentazione giuridica (cibersquatting, spam, responsabilita')
> finisce in una serie di clausole nel contratto mantainer, in modo che
> i mantainer - come meglio credono - "trasferiscono" questi obblighi
> all'utente finale.
>

Hmmmci si puo` lavorare. Faccio solo un appunto: sarebbe come dire
che il maintainer si adegua per contratto alla normativa decisa dalla NA
giusto? Quindi dobbiamo evitare che questo generi discriminazioni,
quali facilitazioni per i grossi provider rispetto ai piccoli - cosa molto
comune.

Quale sarebbe la linea da seguire secondo lei? Mi fornisce qualche URL
di riferimento? Grazie in anticipo.

Cordiali saluti,

Raffaele G. Gariboldi
/*------------------------------------------
    Italynet s.r.l.
    Via S. Andrea 26
    I-51100 Pistoia
    Tel. (+39) 0573 975841
    http://www.italynetwork.it/
    info a italynetwork.it
------------------------------------------*/



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe