La risposta di Passigli.

Riccardo Bagnato r.bagnato a VITA.IT
Ven 2 Mar 2001 11:01:25 CET


Carissimi,

invece che aspettare l'ansa, qualcuno avrebbe una risposta immediata per
nonno passigli? Insomma tutti noi abbiamo siti o portali. Propongo un bel
logo, una campagna battente, della serie "Giu le mani da Internet!".

Il rischio che intravedo è che si passi per conservatori, per chi difende un
proprio interesse, invece che presentare un'ìstanza per tutti. Credo davvero
che solo la forza di tutti possa dimostrare il contrario.

Ad esempio, caro NIC, perché quest'anagrafe parallela? A cosa serve secondo
voi? Quali sono i motivi politici, ed economici, perché il NIC non prende
posizione?

Perché non uno slogan del tipo "Forza Grauso!" (att.. è una provocazione).
Alla banalità con cui Passigli difende il proprio ddl, bisogno opporre
un'altrettento e chiara risposta, col rischio di apparire banali.

Se vogliamo che Interent sia davvero per tutti, dobbiamo iniziare a PARLARE
a tutti enon solo fra noi. Che ne dite?


dunque?
Riccardo







----- Original Message -----
From: "chiari mario" <chiari.hm a flashnet.it>
To: <isoc_forum a listserver.isoc.it>; <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Friday, March 02, 2001 9:53 AM
Subject: La risposta di Passigli.


> [ricevo da un collega, non ho modo di controllare direttamente all'ANSA.
Da
> rispondere?]
>
> .......
> >
> >R ECO S0A S41 QBXX
> >INTERNET: PASSIGLI, LEGGE SU DOMINI CONTRO ACCAPARRAMENTI
> >
> >   (ANSA) - FIRENZE, 28 FEB - Il sottosegretario all' Industria  Stefano
> >Passigli sostiene il progetto di legge ''che intende   difendere Internet
> >eliminando l' illecito accaparramento di   migliaia di nomi a dominio'' e
> >attacca ''quanti frappongono   ostacoli alla sua approvazione''.
> >   ''In Italia - afferma Passigli - si e' verificato un illecito
> >accaparramento di migliaia di nomi a dominio da parte di   speculatori
che
> >intendono rivenderli ai legittimi titolari   realizzando cospicui
profitti
> >al limite del ricatto. Dato lo   stato della giustizia civile, rientrare
in
> >possesso di tali   domini tramite un' azione giudiziaria significherebbe
per
> >i   legittimi titolari attendere anni e anni. Tutti i principali   Paesi,
a
> >cominciare dagli Usa, hanno adottato norme per colpire   il cyber
squatting,
> >per colpire cioe' l' occupazione abusiva dei   nomi a dominio. Questo e'
> >quanto fa la proposta di legge oggi in   discussione in Parlamento''.
> >   ''Nessun controllo politico sui contenuti dunque - conclude
  Passigli -,
> >ma solo una norma che impedendo un vero e proprio   ricatto assicuri la
> >liberta' dell' uso in rete e del proprio   nome o marchio. Chi afferma il
> >contrario mente per difendere il   proprio personale tornaconto economico
> >fondato su di un vero e   proprio abuso. Chi in buona fede non ha saputo
> >assicurare un   corretto funzionamento della rete, attraverso
> >l'autoregolamentazione farebbe meglio a tacere per non   confondersi con
> >veri e propri profittatori''.
> >(ANSA).
> >
> >     COM-FBB/DM
> >28-FEB-01  19:58 NNN
> >
>
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe