Commento ad A.Nosenzo su limiti registrazione.

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Lun 5 Mar 2001 16:37:44 CET


A scanso di equivoci intendo precisare che il meccanismo semi-automatico
cui  faccio riferimento in un mio precedente messaggio relativo alle
quantita' di nomi registrati che ad una prima lettura puo' suonare come una
'limitazione preventiva' e' in realta' un meccanismo teso ad identificare
quale sia la soglia numerica del 'comune senso del pudore ' in merito alle
quantita' di nomi registrabili.
In questo modo si crea una sorta di isteresi che rende meno eclatanti
fenomeni di accaparramento da parte di pochi soggetti rispetto al totale
degli aventi diritto.
Per pura brevita' non ripeto i dettagli che ebbi a proporre a suo tempo in
lista.

Cordiali saluti
Giorgio Griffini


----------
> Da: Alessandro Nosenzo <nosenzo a idea.it>
> A: ita-pe a NIC.IT
> Oggetto: Re: R: R: R: La risposta di Passigli.
> Data: luned́ 5 marzo 2001 15.53
>
> Caro amici e colleghi, il mio approccio alla questione e' molto
> evidente e forse gia' noto a tutti.
> In tutti i Paesi con spiccato livello di civilta' lo Stato se ne sta
fuori
> da tutte queste questioni.
> Infatti a mio modesto parere deve valere il concetto di liberta' senza
> limitazioni che non siano la violazione della liberta' altrui.
> Limitare il numero di nomi a dominio per persona o per societa' e'
> un errore sia perche' limita le possibilita' di sviluppo di talune
> attivita' e sia perche' e' una ingiusta limitazione alla fantasia ed al
> diritto alla felicita' delle persone.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe