R: Piu' veloce della luce

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mar 6 Mar 2001 17:31:28 CET


Bruno ti odio, avevo scritto un bel messaggio poi squilla il telefono
ho perso tempo mi sono bevuto un caffe' ed ora e' arrivato il tuo
messaggio ed io posso buttare il mio! .
Sintetizzo il mio pensiero che pero' e' simile al tuo: la NA non puo'
continuare in questo modo disordinato.
E' vero la NA dovrebbe occuparsi di regole tecniche quindi il
metodo "Allocchio" sarebbe il piu' corretto, ma oramai i tempi sono
combiati e la NA deve anche fare una parte "commerciale" che
come e' noto i tecnici non sanno fare ed anzi e' meglio che non
facciano.
Non entro nel merito degli errori di grammatica che sono certo
dovuti alla fretta e certo sono meno di quelli fatti dai politici, ma se
la NA si fosse mai organizzata con un gruppo di persone o almeno
con un delegato alle pubbliche relazioni, certo la nostra immagine
da oratorio non ce la meriteremmo.
Da sempre lamento azioni individuali, discontinue (il Presidente per
esempio si sta dando da fare adesso sotto l'assemblea ma prima
dov'e' stato?) e disorganizzate con il risultato che il rappresentante
del Governo neppure sa che esistiamo o almeno cosi' dice alla
Camera.
La nota di punto informatico e' l'esempio di quanto siamo tenuti in
conto: zero. Con un buon ufficio stampa nessun giornalista si
permetterebbe una simile azione ma noi subiamo e stiamo zitti. Il
CE, logico ambiente dove si dovrebbero discutere anche queste
cose non funziona e soprattutto e' esautorato in modo poco
corretto da tutti.
Ragazzi o ci diamo una regolata e ci organizziamo o spero davvero
che la NA diventi una bella associazione di amici di Internet e che
una volta all'anno si organizzi una bella cena sociale e nulla di piu'.
Ho continuato a dire che abbiamo un sacco di professionalita'
all'interno della NA ed anche, escluso il sottoscritto e forse un altro
membro, anche nel CE, ma ce ne guardiamo bene dall'utilizzarla
con il risultato che tutte le persone serie della NA credo ne abbiano
le tasche piene di discussioni accademiche ed un nulla di fatto a
livello pratico.
Ditemi quello che volete ma questi sono i fatti le altre sono solo
parole.
E' ora di cambiare metodo perche' i tempi cambiano e la realta' ci
impone di adeguare le nostre misure alla situazione che si e'
creata. Ogni giorno passato e' perso e non credo neppure che con
una assemblea straordinaria convocata per la nuova elezione del
Presiedente e del CE abbia neppure molto senso che il Presidente
attuale prenda inziative a 10 giorni dalla fine del suo mandato (che
se non si faranno avanti altri candidati/vittime, verra' pure rinnovato)
eppure nessuno qui, tranne Bruno, solleva il minimo problema al
riguardo.
Evidentemente o non digerisco bene io o nessuno legge piu' la lista.
Saluti.

Alessandro Nosenzo


On 6 Mar 2001, at 16:56, Bruno Piarulli wrote:

> > -----Messaggio originale-----
> > Da: Claudio Allocchio
> > Inviato: martedi 6 marzo 2001 15.59
> >
>    [...]
> >
> > se va bene quello proposto, non si parla di "sospensione dei domini
> > .it", ma di "tutte la azioni a livell nazionale ed internazionale volte a
> > tutelare gli utenti e gli operatori di Internet".
> >
> > ... che mi sembra molto piu' forte come messaggio, perche' implica azioni
> > presso ICANN, CENTR, ISOC, la Commissione Europea,...
>
> Non vorrei sembrare scortese con Claudio e con Giorgio che si sono presi la
> briga di preparare i diversi comunicati, e poi correggerli, ma ... i
> comunicati **non** si fanno cosi'. Non ci metto becco se si parla di
> tecnica, neanche se si parla di numeri (mau? :-), ma almeno questo **e'** il
> mio mestiere.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe