proposte OdG ed un chiarimento sulla "gestione DDL" :-)

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Ven 9 Mar 2001 10:54:06 CET


Buon Giorno a tutti,

sto raccogliendo le varie proposte di modifica dell'OdG, per cui fra poco
ne inviero' una versione aggiornata.

Volevo nel frattempo commentare su alcuni punti e proposte pervenuti:

 - necessita' di supporto finanziario per la NA

su questo punto mi sembra che eravamo gia' tutti d'accordo anche nella
scorsa assemblea,e si tratta di identificare i meccanismi sensati per farlo.
Vi sono varie strade, dalla "associazione" piu' stratta tra RA ed NA nel
nuovo modello di NA che puo' uscire dal nuovo statuto,
all'autofinanziamento con "quota d'iscrizione", a modelli intermedi, o
anche del tutto diversi.

 - presidente e rapporti esterni

qui esprimo un parere "da dento le cose". Come molti hanno gia' notato,
lo statuto della NA da al presidente il compito di vigilare e tenere i
rapporti e meccanismi interni in "buono stato", nonche' una serie di
funzioni amministrative (e pratiche), nonche' i compiti di rappresentanza
legale della NA. Alcuni hanno detto che la figura del presidente e' una
figura di rappresentanza e che quindi serve un piu' un esperto di PR. Su
questa ultima considerazione il mio parere e' invece diverso. Una cosa
sono le pubbliche relazioni, le azioni di marketing (dell'immagine
s'intende, non vendiamo niente...) e tutt'altra cosa sono il
rappresentare il parere e gli scopi della NA nei rapporti esterni. Io
vedo piu' una situazione in cui non viene sdoppiato il ruolo di
Presidente (per le PR) e Direttore (per il resto dei compiti), ma invece
un serio servizio di PR che si affianca a tutti gli organi della NA
(anche il CE ha spesso serio bisogno di diffondere le proprie delibere,
nonche' l'assemblea stessa), lasciando al presidente i compiti di
"rapporti istituzinali" (e non sono solo quelli di rappresentanza, ma
quelli di diffondere correttamente il messaggio della NA - che e'
sopratutto un messaggio di "educazione al corretto uso dei mezzi a
disposizione, tecnici, procedurali e giuridici" verso l'esterno).

 - diffusione ed archiviazione multimediale

qui porto l'esempio di IETF, che lo fa da anni ed i cui membri sono molto
esperti della materia, quindi certamente abituati ai mezzi tecnici. La
statistica d'uso dell'archivio video/audio dei meeting e' miserevole. "Per
fortuna lo spazio disco ed il CD-ROM costano poco", e' stato il commento
che Steve Coya, responsabile della parte tecnica amministrativa di IETF
mi ha fatto di recente. C'e' un certo interesse alle trasmissioni "in
diretta", ma l'archiviazione si fa perche' costa poco, non perche' molti
la usino. Di certo e' una buona idea, anche se dobbiamo fare i conti con
i suoi problemi tecnici ed i suoi costi, e sopratutto dobbiamo tenere
conto delle difficolta' oggettiva di chi "segue in remoto" (provate con
il prossimo meeting di IETF fra due settimane http://www.ietf.org/, e
capirete cosa voglio dire).

      -----------------------------------------------------------

Ora vado a raccogliere un po' di documentazione "ufficiale", prima di
farvi il resocondo di una piccola parte degli ultimi giorni della XIII
legislatura. In risposta, senza alcuna polemica, ma solo per chiarimento,
a coloro che ritengono che la gestione della situazione rapporti con i
politici non sia stata molto all'altezza della situazione (gestione "da
tecnico"), posso dire che invece ritengo che la gestione della cosa sia
stata piuttosto buona. Il compito era

 - bloccare i DDL
 - capire la vera situazione - quando si creano quelli che i politici chiamano
   "schieramenti trasversali", chi conosce un po' le cose cerca di vedere
   "perche'" ed adeguare il metodo di azione a questo
 - far conoscere a piu' rappresentanti possibile che non solo la NA c'e'
   (e vi assicuro che lo sapevano benissimo tutti che c'e', sopratutto
   coloro che negavano pubblicamente di conoscerla), ma che se si vuole
   andare avanti, lo si puo' fare solo in modo collaborativo
 - diffondere un minimo di consapevolezza che vi sono "regole di vita" sulla
   "Rete" che vanno rispettate, se si vuole essere rispettati
 - coordinare tutti gli sforzi di tantissimi soggetti, che in modo
   diretto, ognuno con i propri contatti e mezzi, agivano per gli scopi di
   cui sopra
 - adeguare "il messaggio" a seconda di ciascun interlocutore.

Quanto sopra si chiama "gestione della situazione", e devo dire che c'e'
un grosso numero di membri della NA che nelle situazioni di emergenza sa
agire, coordinarsi, collaborare in modo molto intelligente per
raggiungere gli scopi.

Quanto al "raggiungere i mass media", che e' quello si cui mi sembra
siamo andati "male", a parte la necessita' di avere appunto un ufficio
PR, bisogna anche considerare lo "stato" dei mass media: i maggiori hanno
la "strana" tendenza a fare arrivare solo le informazioni che si vogliono
fare arrivare, sia che si tratti di marketing, che di messaggi sociali o
politici. Cercare di "educare" l'utenza e' uno degli scopi che molto
orgnismi (NA compresa) cercano di fare da sempre, ma guarda caso invece
si continua a diseducarla. Vista la seria difficolta' di azione
constatata nel campo, per la gestione della situazione abbiamo puntato
maggiormente sul lavoro sul campo e dietro i riflettori. Speriamo di
avercela fatta.

A dopo.

Claudio Allocchio

PS: mi scuso con coloro che hanno interpretato il mio messaggio
"traduzione" del comunicato stampa-politico del Sen. Lauro come una
"offesa alla loro capacita' interpretativa", non voleva certo essere
tale, ma visto che si rischiava di finire su un Off topic molto
pericoloso ed inadatto, ho preferito essere ovvio, pedante etc, che
rischiare di lasciare il malinteso.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe