Ma questo non lo quereliamo mai ?

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Ven 9 Mar 2001 18:09:01 CET


On 9 Mar 2001, at 17:53, STT - Antonio Baldassarra wrote:
> On Fri, 9 Mar 2001, Alessandro Nosenzo wrote:
> > A questo punto Passigli ci da' la possibilita' di far sapere a tutti
> > che esistiamo ma non dobbiamo dimostare rancore verso Passigli per
> > le sue dichiarazioni ma piuttosto cercare di dare un messaggio
> > rassicurante da parte di un' "Authority" forte come in effetti
> > siamo. Abbassarsi alla polemica o addirittura ricorrere alle querele
> > non e' nello stile dei forti e darebbe a tutti la conferma che
> > Passigli ha ragione ed invece non ce l'ha.
> Concordo, non mi sembra inoltre una cattiva idea quella di invitare
> passigli il 16 (e trovare qualche amicizia che ne garantisca la sua
> presenza) sara' un'ottima occasione per avvicinarlo ad una realta' che
> probabilmente conosce poco, inoltre la sua presenza servira' ad
> evitare le solite polemiche inutili.

Io non ho il potere di invitare politici ma in questi giorni ne ho
contattati molti davvero ed a tutti ho dato appuntamento al 16 se
vorranno almeno conoscerci.
Anche se Mattu pensa ad un negozio di ortaggi, chissa' che
almeno i parlamentari di forze piu' aperte al dialogo non colgano
l'occasione per dirci apertamente la loro.
Per esempio nessun deputato di Alleanza Nazionale si e' degnato
di rispodere ai miei messaggi, lo ha fatto invece e subito l'On.
Giorgio Panattoni (relatore sul disegno di legge Lo Presti) e se
anche e' rimasto fermo sulle proprie posizioni non si e' sottratto al
dialogo ed al confronto e mi auguro che ci venga a trovare il 16
spiegando il loro punto di vista.
Non dimenticate che il disegno Lo Presti da' potere al ministero
delle Comunicazioni mentre Passigli cerca di portare il potere al
Ministero dell'Industria. Enorme differenza.
Inoltre devo pormi in controtendenza nel constatare che nulla e'
stato approvato dalle Camere perche' se e' pur vero che, come a
fine anno, si spera sempre che il prossimo sia migliore, esiste un
ragionevole rischio che il prossimo Governo sia anche meno
liberale del gia' poco liberale (almeno sui nomi a dominio) attuale.
Infatti l'altra notte mi e' piacuto pensare che la famosa
commissione prevista dal disegno di legge Lo Presti, che avrebbe
dovuto essere nominata dal Governo entro 120 giorni dall'entrata in
vigore della legge, potesse anche essere la NA stessa (perche' no).
Ho anche detto ai politici che avrebbero potuto presentare un
candidato Presidente della NA ma finora non ci sono candidature
da loro a quanto mi risulta.
Vedermo il 16 chi verra' a trovarci ma oltre a non temere piu'
Passigli io sono preoccupato che i nuovi (nuovi si fa per dire) che
forse lo sostituiranno non e' affatto detto che siano meglio.
Proprio in quest'ottica non ci conviene assumere posizioni dure con
nessuno e neppure cantare vittoria solo perche' le camere sono
state sciolte; teniamo sempre alto il livello d'attenzione.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe