Mozione Speciale Elezioni Politiche. Proposta di

chiari mario chiari.hm a FLASHNET.IT
Mar 13 Mar 2001 13:33:10 CET


Hello,

questa è una proposta per prevenire possibili mosse di Passigli, o
situazioni da febbre elettorale, che potrebbero metterci in difficoltà.

L'idea è di costituire un comitato di 'saggi', con poteri temporanei e
circoscritti, che giudichi in via eccezionale contestazioni contro
registrazioni sotto .it a tutela del corretto svolgimento della campagna
elettorale per le  elezioni del 13 Maggio.

La mozione dovrebbe essere del tipo: [italiano e non solo  da correggere :-( ]

L'assemblea straordinaria della NA del ... da mandato al CE di costituire,
a tutela dello svolgimento delle campagna elettorale punti  e nei tempi più
brevi possibili, un 'comitato di saggi' di valutazione delle registrazioni
di nomi a dominio sotto il ccTLD .it che siano contestate in quanto
turbative del corretto svolgimento della campagna elettorale:

1- il comitato sia composto da tre cittadini italiani, non membri della NA,
non maintener nè dipendenti di maintener ovvero loro rappresentanti legali,
sindacali o assimilabili, [altro?] ........., ;
2- il CE riscontri la disponibilità, tra i membri del disciolto Senato, in
modo paritetico tra i diversi gruppi parlamentari, di svolgere il ruolo di
saggio con le modalità e gli scopi indicati di questa delibera, e in caso
sappia raccogliere delle disponibilità, nomini al massimo due dei tre saggi
tra i Senatori che si sono resi disponibili;
3- il comitato abbia il potere di valutare le contestazioni delle
registrazione di noi a domino nel ccTLD .it che siano motivate in termini
di interferenza nel corretto svolgimento della campagna elettorale, e nel
caso che riscontri - all'unanimità - la contestazione fondata, abbia il
potere di indicare alla RA di sospendere la registrazione contestata fino
al termine delle operazioni di voto e scrutinio,  e che tale sospensione
sia revocata - se non sussistono altre ragioni per mantenerla - entro un
mese dal termine delle dette operazioni;
4- il comitato debba svolgere le proprie valutazioni solo sulla base della
semantica comune dell'espressione registrata e la cui registrazione è
contestata, ovvero debba valutare se tale semantica possa indurre in
confusione su il responsabile dei servizi o i contenuti associati all'uso
del nome di dominio, ovvero che il comitato non debba assolutamente
acquisire conoscenza ovvero valutare i servizi o i contenuti associati
all'uso del nome di dominio;
4- il comitato non abbia nessun potere di riassegnazione, intendendo che i
contestanti di cui al punto 4  debbano procedere, nella  contestazione a
fine di riassegnazione, secondo le normali modalità attualmente previste;
5- il comitato elegga tra i suoi membri un coordinatore, verbalizzi per
scritto motivandole le proprie decisioni, e si consideri sciolto al
completamento delle operazioni di voto e scrutinio
6- il comitato agisca senza retribuzioni
7- il CE renda possibile l'attività del Comitatao, la RA applichi le
decisoni di sospensione del Comitato;



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe