Mozione Speciale Elezioni Politiche. Proposta di

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mar 13 Mar 2001 16:11:40 CET


Buonasera

Concordo con quanto ha già affermato Lapo Sergi e aggiungo che mi sembra di
essere un marziano, oppure di essere arrivato senza rendermene conto su
Marte...

Come diceva Lapo esistono una decina (o forse più) enti conduttori, tutti
autorizzati dalla Naming Authority a fare esattamente il mestiere di
risolvere le contestazioni sulla titolarità di domain names, tutti muniti di
siti web, liste dei saggi, regole supplementari, tariffe... insomma della
capacità di gestire le procedure contenziose che su questa lista vengono
chiamate MAP.

Ma perchè, ripeto perchè mai dovremmo pensare ad un comitato specificamente
dedicato alla gestione del contenzioso elettorale.

Forse il Signor Chiari ritiene che gli enti conduttori non siano capaci di
fare il loro lavoro ?

Forse ha il timore che i nostri politici non abbiano i soldi per pagarsi una
procedura di riassegnazione (costo minimo a partire da circa 1.500.000,
diconsi un milione cinquecentomila lire italiane !!!!!).

O forse si diverte a fare il costruttivo senza prima documentarsi con la
dovuta diligenza ?

Dedichiamoci all'assemblea, che è meglio

Riccardo Roversi




----- Original Message -----
From: "chiari mario" <chiari.hm a flashnet.it>
To: "Claudio Allocchio" <Claudio.Allocchio a GARR.IT>; "Naming Authority
Italiana" <ITA-PE a NA.nic.it>
Sent: Tuesday, March 13, 2001 1:33 PM
Subject: Mozione Speciale Elezioni Politiche. Proposta di


> Hello,
>
> questa è una proposta per prevenire possibili mosse di Passigli, o
> situazioni da febbre elettorale, che potrebbero metterci in difficoltà.
>
> L'idea è di costituire un comitato di 'saggi', con poteri temporanei e
> circoscritti, che giudichi in via eccezionale contestazioni contro
> registrazioni sotto .it a tutela del corretto svolgimento della campagna
> elettorale per le  elezioni del 13 Maggio.
>
> La mozione dovrebbe essere del tipo: [italiano e non solo  da correggere
:-( ]
>
> L'assemblea straordinaria della NA del ... da mandato al CE di costituire,
> a tutela dello svolgimento delle campagna elettorale punti  e nei tempi
più
> brevi possibili, un 'comitato di saggi' di valutazione delle registrazioni
> di nomi a dominio sotto il ccTLD .it che siano contestate in quanto
> turbative del corretto svolgimento della campagna elettorale:
>
> 1- il comitato sia composto da tre cittadini italiani, non membri della
NA,
> non maintener nè dipendenti di maintener ovvero loro rappresentanti
legali,
> sindacali o assimilabili, [altro?] ........., ;
> 2- il CE riscontri la disponibilità, tra i membri del disciolto Senato, in
> modo paritetico tra i diversi gruppi parlamentari, di svolgere il ruolo di
> saggio con le modalità e gli scopi indicati di questa delibera, e in caso
> sappia raccogliere delle disponibilità, nomini al massimo due dei tre
saggi
> tra i Senatori che si sono resi disponibili;
> 3- il comitato abbia il potere di valutare le contestazioni delle
> registrazione di noi a domino nel ccTLD .it che siano motivate in termini
> di interferenza nel corretto svolgimento della campagna elettorale, e nel
> caso che riscontri - all'unanimità - la contestazione fondata, abbia il
> potere di indicare alla RA di sospendere la registrazione contestata fino
> al termine delle operazioni di voto e scrutinio,  e che tale sospensione
> sia revocata - se non sussistono altre ragioni per mantenerla - entro un
> mese dal termine delle dette operazioni;
> 4- il comitato debba svolgere le proprie valutazioni solo sulla base della
> semantica comune dell'espressione registrata e la cui registrazione è
> contestata, ovvero debba valutare se tale semantica possa indurre in
> confusione su il responsabile dei servizi o i contenuti associati all'uso
> del nome di dominio, ovvero che il comitato non debba assolutamente
> acquisire conoscenza ovvero valutare i servizi o i contenuti associati
> all'uso del nome di dominio;
> 4- il comitato non abbia nessun potere di riassegnazione, intendendo che i
> contestanti di cui al punto 4  debbano procedere, nella  contestazione a
> fine di riassegnazione, secondo le normali modalità attualmente previste;
> 5- il comitato elegga tra i suoi membri un coordinatore, verbalizzi per
> scritto motivandole le proprie decisioni, e si consideri sciolto al
> completamento delle operazioni di voto e scrutinio
> 6- il comitato agisca senza retribuzioni
> 7- il CE renda possibile l'attività del Comitatao, la RA applichi le
> decisoni di sospensione del Comitato;
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe