assemblea del 16 - candidature art. 5b

Fabio Tommasi f.tommasi a AGORA.IT
Mer 14 Mar 2001 07:54:53 CET


Salve,

ricordo essere un candidato in attesa di ammissione ex art. 5b.
Non ricordo chi e non sono riuscito a reperire la relativa e-mail, ma ho
letto un paio di messaggi che proponevano di operare un controllo delle
presenze dei nuovi candidati e non accettare le domande di coloro che
risultino assenti pur adeguatamente rappresentati come lo scrivente.
Permettetemi di fare presente che, essendo un neo potenziale iscritto, sono
venuto a conoscenza dell'Assemblea solo con l'iscrizione nella relativa ML e
solo POCHI giorni prima di essa. Poiché sono di Lecce, e sappiamo che Lecce
non si trova proprio dietro l'angolo, per rispondere affermativamente "SI"
alla domanda "Fabio Tommasi è presente?" perdo almeno 3 giorni lavorativi e,
sinceramente, non me li posso permettere in questo periodo particolarmente
intenso. Discorso diverso sarebbe stato se avessi conosciuto la data
(ricordo che ne sono venuto a conoscenza pochi giorni fa) con adeguato
anticipo come tutti voi che siete iscritti da più tempo.
Mi chiedo, quale differenza esiste tra me, non ancora membro e in attesa di
accettazione dell'assemblea, ma adeguatamente rappresentato (da Alessia
Ambrosini che ringrazio pubblicamente), e tutti coloro che sono già iscritti
e non posso recarsi in Roma per l'assemblea, ugualmente rappresentati, ma
che nessuno ritiene di dover sanzionare così drasticamente??
Personalmente ritengo quanto segue:
1) trovo più riprovevole l'assenza di coloro che operano già all'interno
della NA, ma che risulteranno assenti pur sapendo con largo anticipo la data
dell'assemblea. Tali soggetti, semmai -ma, io, capisco perfettamente gli
impegni improcrastinabili che si possono avere-, dimostrano una certa
*passività* alla vita della NA. Diversamente, uno come me in attesa di
accettazione e neofita della vita della NA, quale contributo serio e attivo
può apportare in occasione di questa determinata assemblea?? Mi limiterei ad
essere un semplice spettatore e a rispondere "si" alla richiesta di presenza
e nulla di più.
2) trovo alquanto strano che un Autorità che opera con e per i nuovi mezzi
di comunicazione telematica, quale la NA, richieda quale condizione per
l'accettazione della domanda *la presenza fisica* di una persona, nonostante
abbia esplicitato ampiamente i propri impedimenti ed il proprio desiderio di
essere parte ATTIVA della vita della NA. Ripeto che, a mio modo di vedere,
non apporterei nulla all'assemblea del 16 con un semplice "si". Discorso
diverso sarebbe stato in altre circostanze e da MEMBRO acquisito della NA.
Questo a mio modestissimo parere.
Cordialmente,

Fabio Tommasi

e-mail: f.tommasi a agora.it
http://www.studiotommasi.it
Linea diretta: (0832) 24.37.34
ICQ: 21062594



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe