Mozione Speciale Elezioni Politiche. Proposta di

Tullio Andreatta tullio a LOGICOM.IT
Mer 14 Mar 2001 14:46:28 CET


"Luca D.M." <lucajob a TIN.IT>:
>Con alcune proposte (la mia  soltanto una delle tante)
>credo non si debba tener conto di tutelare i VIP ma,
>almeno, il diritto al proprio nome.
[...]
>Forse bisognerebbe solo evitare che, chi  in malafede,
>possa utilizzare un nome di dominio anche se solo per
>un periodo limitato (tempo di riassegnazione).

Beh, non si puo'. Per lo meno non si puo' senza evitare
che qualcuno ne abbia un danno. Se ti leggi l'archivio
della lista di questi ultimi giorni, avrai visto molti
esempi che dimostrano che non si puo' sapere a priori
se un nome a dominio che rappresenta una persona venga
utilizzato in malafede. Un messaggio riporta due esempi:
- il dominio laposergi.it, che pochi associerebbero mentalmente
  ad un nome proprio (noi della NA si', solo perche' Lapo Sergi
  scrive regolarmente su questa mailing list, ma gli altri?)
- il dominio ambrogiogalli.it, che tutti associerebbero subito
  al sig. Ambrogio Galli, ma che e' invece il nome di un'azienda
  fondata piu' di un secolo fa (il cui fondatore, che si chiamava
  cosi', non ne fa piu' parte in quanto deceduto da tempo ...)
Infine, esiste gia' la legge italiana, che tutela il nome delle
persone e ne punisce l'uso in malafede. Perche', secondo te,
non esiste invece una legge che impedisce preventivamente a
chiunque di usare in malafede il nome di una persona? Forse
perche' non e' possibile? :-)
E allora, perche' secondo te noi dovremmo invece prevedere il caso
di "censura preventiva di registrazione per intenzione di uso in
malafede"?




--
Tullio Andreatta
Logicom S.r.l. (Gruppo Finmatica) http://www.logicom.it/
Sede operativa:  Via Vergnano, 2 - I-25100 Brescia ITALY



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe