R: Interessante lettura (della serie "Chiedere permesso prima di raderti al suolo non si usa piu'")

STT - Antonio Baldassarra antoniob a STT.IT
Mar 20 Mar 2001 17:00:24 CET


On Tue, 20 Mar 2001, Bruno Piarulli wrote:

> Cito dal Sole: "Contemporaneamente, Infocamere registrera nel Repertorio
> economico e amministrativo i nomi a dominio assegnati alle singole imprese."
> Domanda: il richiedente di un dominio, quando firma la LAR, accetta che i
> suoi dati vengano pubblicati nel Whois. Questa "autorizzazione" vale anche
> per l'inserimento del database Infocamere? O ci vorrebbe il consenso
> esplicito del richiedente?
>
Non credo il finrmando la LAR di da il consenso a rendere pubblici i dati
in che implica che chiunque li puo' prendere, non implica che la RA di
deve (puo') dare a qualcuno e su questo ha ragione.

> E ancora: una delle attivita' di Infocamere e' quella di vendere i dati dei
> suoi database attraverso una rete di distributori, alcuni offline, altri
> "online". Domanda: non e' un modo per "vendersi" i dati dello Whois, anche
> se con un altro nome e un altro formato? Esiste il rischio che cosi' si
> possa avere a pagamento quello che non e' disponibile gratuitamente via IAT?
> Ad esempio, quanti e quali domini sono registrati da Tizio Spa?
Preoccupazione lecita, visto anche che e' misteriosamente scomparso il
file delle registrazioni 'raw' non e' piu' possibile accedere a certe
aggregazioni dei dati, la tua osservazione potrebbe essere un buon motivo
per rimettere qual file.


> (http://www.infoimprese.it/vetrina/index.jhtml); esiste il rischio di un
> accordo che veda infocamere offrire anche la registrazione di nomi a
> dominio, da posizione dominante in quanto a conoscenza di **tutti** i dati
> dello Whois a cui noi maintainer non possiamo avere accesso?
>
E questo e' un problema serio (perlomeno e' serio visto che tocca molto da
vicino il mio (ed il tuo) business), effettivamente non e' bello mettere
nelle mani di un'organizzazione PRIVATA com'e' infocamere delle
informazioni (senza farle fare la fatica di cercarsele) che potrebbero
precostituire una condizione di concorrenza sleale sul mercato si tratta
di capire 'cosa' la RA ha dato ad infocamere e, qualora lo abbia fatto,
credo che la cosa migliore sia metterlo a disposizione di tutti e non solo
di infocamere visto che l'agreement iniziale parlava di dato pubblico e
non dato a ..

ciao.

Antonio Baldassarra
antoniob a seeweb.com



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe