R: ra-infocamere

Luca De Maria (E-mail) demaria a WEBWORLD.IT
Mer 21 Mar 2001 10:20:34 CET


> Il modo con cui la notizia e' uscita sui giornali richiede una
> spiagazione, ed a questo punto anche la spiegazione dell'uso
> dei dati, e
> forse anche sarebbe piacevole sapere chi ha ispirato le
> notizie in quel
> modo...


Ricordo perfettamente che quando alla RA avevo contestato di aver
registrato senza cipire migliaia di domini ad un certo signore sardo,
la stessa RA mi aveva risposto "alzando le spalle":
<<e che potevamo fare? le regole di naming non lo vietavano e noi...
siamo solo un organo di registrazione!>>

Allora vorrei capire, come credo tutti: come mai da una posizione di
semplice organo di registrazione, di colpo la Registration Authority si
e' trasformata, almeno per questa decisione in
Italian Internet Authority?!

Infine, il problema e' da ricercarsi non solo nell'uso che la RA fara' del
DB Infocamenre (non mi risulta che sia stato deciso dalla NA che solo chi
ha un *marchio* puo registrare domini), ma anche nell'uso che Infocamere
fara'
del DB NIC-IT visto che oltretutto, il primo mi risulta essere a
pagamento.

Come privato, se accetto che i miei dati siano pubblici su di un certo
DB non significa che acconsento che gli stessi vengano ceduti a terzi per
fini diversi per quelli per cui ho firmato. Non si tratta tanto della NA che
agisce per vie legali contro la RA, ma c'e il rischio che chiunque
possa chiedere un intervento da parte del garante sulla privacy: poi chi
paga?

Luca D.M.
networkserver-mnt



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe