ra-infocamere

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Mer 21 Mar 2001 11:58:54 CET


Molto, molto tempo fa i domini erano registrati prevalentemente da enti
iscritti nel database delle CCIAA, una societÓ poteva registrare solo un
dominio, veniva inviata alla RA una visura camerale (in media 6 o 7
pagine), non esisteva modo alcuno per cui un privato cittadino avesse
accesso da un dominio .it, ne peraltro poteva registrare un dominio .it
un'entitÓ comunitaria, il termina autocertificazione era impiegato in
interessanti convegni, ma non era noto alla casalinga di Voghera....

Molto tempo fa la possibilitÓ per la RA di accedere al database del
CERVED aveva senso, avrebbe migliorato la situazione sia per la RA, per
i MNT e in ultima analisi per gli utenti.

Ma da allora sono state scritte nuove versioni delle regole, non Ŕ pi¨
necessario inviare una visura camerale per registrare un dominio, la
situazione Ŕ diversa.

C'era un tempo in cui mettere si mettevano al rogo gli Untori per
sconfiggere la peste, e probabilmente la paura ed il terrore permetteva
effettivamente, riducendo i contatti sociali, di debellare il morbo. Per
fortuna adesso abbiamo imparato alcune cose, e grazie agli antibiotici,
ai vaccini, ad una migliore igiene abbiamo smesso di bruciare la
gente.....

Paolo Zangheri

Claudio Allocchio wrote:
>
> Giusto solo una precisazione temporale:
>
> del fatto che la RA stava cercando di accordarsi per avere l'accesso al
> database di Infocamere, da usare nei propri controlli, senza bisogno di
> chiedere la documentazione cartacea per le verifiche se ne parlava gia'
> da MOLTO MOLTO tempo (quasi 2 anni se vado bene a memoria).



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe