dominio regione campania

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Gio 22 Mar 2001 16:36:38 CET


Mi spiace doverti correggere, ma l'elenco dei nomi a dominio riservati
versione 3.1, del 31/10/1999 (almeno cosi' si evince dal sito della NA)
riporta al primo comma del punto 3:

"- il nome "regione" al di sotto del nome a dominio geografico
corrispondente ad una regione o della sua sigla elencato in Tabella 1.2"

e la stringa campania.it  presente nella summenzionata tabella.

Quindi posso presumere che il nome regionecampania.it (ma vale per
regionelombardia.it, regionepiemonte.it e chiss quali altre) fossero
gi riservati prima che venissero in effetti registrati da parte di
aziende private (nel caso di regionecampania.it la data di creazione 
20000413).

Non si tratta quindi di adeguare una registrazione ad una norma adottata
in seguito (in questo caso le nostre norme sono lungimiranti) ma
sfortunatamente di almeno tre casi di registrazioni che non avevano ad
essere, perch "impossibili".

Come revocarle, per fornuna, non  un nostro problema....

Un problema per la NA , invece, che siamo di fronte ad un caso
abbastanza palese (la regione lombardia non  un oscuro toponimo, ci
vivono piu' o meno allegramente un quinto degli abitanti di questa
nazione) di non riconoscimento delle norme di naming da parte della RA.
Possiamo ritenerla una svista, ma credo che sia il caso di rifletterci
sopra....

Paolo Zangheri



Claudio Allocchio wrote:
>
> > La esseweb ha da tmpo registrato un dominio www.regionecampania.it, questo
> > genera una notevole confusione
> > con il dominio ufficile dell'ente regionale www.regione.campania.it.
> >
> > ci sono delle regole, quale inziative pu prendere l'ente per tutelarsi.
>
> Ecco cosa dice il regolamento, entrato in vigore con questa modifica llo
>
> 3. Nomi Riservati di Pubblica Amministrazione
>
> Sono nomi a dominio riservati e come tali assegnabili solo all'ente
> territoriale corrispondente:
>
>  - il nome "regione" al di sotto del nome a dominio geografico
>    corrispondente ad una regione o della sua sigla elencato in Tabella 1.2
>  - i nomi inizianti con "regione" seguito (con o senza separatore di un
>    carattere) dal relativo nome geografico o dalla sua sigla elencato in
>    Tabella 1.2
>
> .....
>
> dalla Tabella 1.2:
>
>    campania.it
>
> ......
>
> I nomi a dominio, contenuti nell'elenco dei nomi riservati ed
> appartenenti alla struttura geografica predefinita registrati in data
> antecedente al loro inserimento come nomi a dominio riservati, potranno
> essere mantenuti dagli assegnatari per un periodo massimo di un anno
> dalla data in cui tali nomi sono stati dichiarati riservati.
> Dopodiche' verranno utilizzati in conformit` alle regole e procedure di
> naming.
>
> -----
>
> Se ricordo a memoria, la modifica dell'articolo di cui sopra e' di
> Dicembre 2000 o Gennaio 2001, da cui il termine di scadenza di un anno.
>
> Queste sono le informazioni corrette ed ufficiali su cui basarsi. Quindi
> se l'interpretazione di quanto sopra e' corretta, non appena scadranno i
> termini per l'adeguamento di chi aveva preventivamente registrato un nome
> che all'epoca NON era riservato, il nome diverra' disponibile.
>
> Ovviamente le considerzioni che ha visto sulla "titolarita' o meno"
> all'uso del nome, sulla "fuoorvianza" etc sono perfettamente valide, per
> cui puo' anche ricorrere prima ad uno dei metodi possibili per averne la
> riassegnazione, come previsto dalle regole:
>
>  - provvedimento giudiziario
>  - procedura amministrativa di rassegnazione
>  - procedura arbitrale (solo se chi ha richiesto il nome ha accettato
>    la relativa clausola).
>
> Spero di averle chiarito la situazione, altrimenti siamo qui.
>
> Claudio Allocchio
> Presidente della Naming Authority Italina
>
> PS: per la RA che ci legge in copia: immagino che abbiate gia' avvisato
> all'entrata in vigore del regolamento nuovo che c'e' il termine di un
> anno per adeguarsi, coloro che hanno nomi registrato che sono diventati
> "riservati".



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe