dominio regione campania

Giovanni Armanino g.armanino a MAIL.REGIONE.TOSCANA.IT
Ven 23 Mar 2001 10:43:30 CET


> At 21.16 22/03/01 +0100, you wrote:
> perche' tipico di un ente pubblico ?
> per esempio cosenza e' cosenza ed e' di tutti i cittadini
> prima che del comune
> comune di cosenza non e' altro che un ente, come squadra calcio di cosenza,
> pincopallino di cosenza
> lo dice anche la parola comune di, il comune non si identifica
> con cosenza
> l'ente pubblico deve essere tutelato de che ?
> per me di niente
> Franco Bressan
>

anche io mi sento un tantino coinvolto e vorrei far riflettere sul fatto
che quando si dice "l'ente pubblico deve essere tutelato" io almeno intendo
che deve essere tutelata la figura dell'ente pubblico in quanto bene "comune",

Prima di tutto non si tratta di tutelare "cosenza.it" che e' gia' tutelato
ed "e' di tutti i cittadini" come del resto ".it".

Il discorso qui e' tutelare "comune(.)xxxxx.it" e analoghi.
Perche'? perche' il cittadino (cioe' tutti noi!) hanno il sacrosanto diritto
di non essere confusi o tratti in inganno (piu' o meno in buona fede non
ha importanza) nel momento in cui entrano in contatto con le istituzioni
di questo nostro paese: purtroppo tutti noi, comunque la pensiamo, piu'
volte nella vita abbiamo il bisogno, l'obbligo o che altro, di avere a
che fare con le istituzioni.

E proprio perche' spesso e' obbligo e non scelta, come ad esempio se
decido di interagire con salumiereallangolo.it, il cittadino deve almeno
avere il diritto non di non essere confuso in questo momento delicato,
che deve essere garantito per quanto possibile anche con un nome a dominio
che non dia adito a fraintendimenti.

Il Comune di Cosenza non e' un pincopallino di Cosenza qualsiasi:
non e' piu' importante, ma coinvolge tutta una comunita', a prescidere,
ripeto, da come la si pensi.

Domini del tipo comune.cosenza.it sono tipici di un ente pubblico perche'
per le regole in vigore prima della "liberalizzazione" era il dominio
obligatorio per gli enti di questo tipo. Oggi e' una consuetudine a
cui comunque secondo me sarebbe bene si attenessero tutti i siti della
PA.

saluti,
        giovanni
--
 -- Giovanni Armanino --------------------------------------------------------
     Regione Toscana           E-mail: g.armanino a regione.toscana.it
     Dip. Organizzazione       Tel: +39 055 438 5122 - Fax: +39 055 438 3056
     Servizio Infrastrutture Informative e Tecnologiche Regionali
     Via di Novoli, 26 - 50127 Firenze (Italy)



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe