NEW DOMAIN ristorante13giugno.it

Piero Serini p.serini a ESI.IT
Sab 24 Mar 2001 21:04:12 CET


Ciao a tutti.

> Piero Serini wrote:
> >
> > Ritengo che tra le funzioni di ITA-PE, come lista della NA, ci sia
quella
> > di controllo sugli azioni della RA. Di qui la copia per conoscenza.
>
> Piero,
> senza polemica ... la parola "controllo" suona male e per questo
> usiamola con accortezza. Tra l'altro da una verifica "veloce" mi

Controllo ovviamente in senso di "check" e non di "control".

> pare che per questo dominio tu abbia ritenuto opportuno "passare"
> subito il caso in lista ita-pe, comunque nessun problema ti rispondo
> come sempre volentieri con la speranza di chiarire e di rispondere
> ai fatti da te segnalati.

Oh, si, per questo dominio si. Ma per tutti i precedenti casi no.
Non mi sembra di aver sommerso ITA-PE di migliaia di mail
sui casi nostri, in compenso ti posso mandare un pacco con
copia di tutti i fax, raccomandate, ecc (non lettere di AR) che
abbiamo dovuto inviare allo IAT.

> > E' assai singolare che, dopo aver sottolineato:
> >
> > - il mancato aggiornamento (o rimozione) dei record RIPE per migliaia
> > di domini da parte della RA, con conseguente diffusione di dati non
> > aggiornati,

> Se vuoi risottolineare un problema al quale ti ho abbiamo gia'
> risposto anche in lista fai bene ... ma e' una cosa vecchia dove

No, mi spiace, non ho visto alcuna risposta né in lista, né
privata alla mia mail del 13 marzo, subject: RIPE records
for .IT domain names.

> tra l'altro la RA ha come tutti voi subito gli effetti di alcuni
> problemi che si sono verificati a RIPE.

Infatti la mia mail era a voi e a RIPE e c'è chiaramente scritto
che non do colpe a nessuno, segnalo solo la cosa per evitare
che vengano diffusi dati non più aggiornati.

> Tra l'altro da qualche tempo le query fatte a RIPE per i domini
> appartenenti al ccTLD .it vengono "girate" al nostro DB whois.nic.it
> e quindi il problema da te segnalato e' risolto.

No, non è così. Dopo la mia mail del 13 marzo RIPE ha rediretto
le query per questi oggetti su whois.nic.it, ma i dati sono ancora
presenti nel loro database e pertanto vengono ancora forniti
a chi faccia query inverse. Chi vuole verificare può fare un

$ whois -h whois.ripe.net "-i tech-c, adminc: <proprio nic handle>"

e divertirsi.

Quindi il problema c'era, ed è stato risolto, senza alcuna risposta
perlatro,
solo a metà. Vi costa tanto mandare dei delete: ???

> > - la non rispondenza dei controlli sui moduli elettronici al corretto
> > formato
> > dei numeri di telefono e fax (piccolo problema assai facile da
correggere
> > e regolarmente ignorato)
>
> Abbiamo mantenuto una sintassi che prevede il campo phone e fax diviso
> in tre parti (prefisso internazionale, prefisso nazionale e numero) al
> fine di produrre delle analisi statistiche sui dati presenti nel DB,
> ritengo che i miei colleghi ti abbiano informato di questo in passate
> occasioni.

Purtroppo ritieni male. Anche qui nessuna risposta.
In ogni caso, l'analisi statistica è molto importante, ma non leggo da
nessuna parte che si possa rifiutare un modulo con i campi phone:
e fax-no: *correttamente formattati* secondo la numerazione telefonica
italiana solo perché vi incasina il software di collect delle statistiche.

> > - la non osservanza degli RFC durante il controllo dei nameserver (si
veda
> > la questione del TTL e del negative caching più volte sollevata e
ignorata),
> > che fa sì che la maggior parte dei MNT per evitare WARNING configuri,
> > su indicazione dalla RA, in modo *errato* le proprie zone con
riferimento
> > al tempo di negative caching

> Piero, su questo punto hai ragione a richiedere una risposta ... ti
> avevo "promesso" io una risposta su una tua precedente segnalazione
> ma poi nei fatti non ti ho mai risposto ...
> Lo faro' certamente nei prossimi giorni e mi scuso per la dimenticanza.

E per favore, non rifiutate i moduli con WARNING allora, dato che
solo quelli con ERROR devono essere rifatti (vedi sotto).

> > le successive registrazioni di nomi a dominio che hanno come MNT un MNT
> > in qualche modo legato a noi incontrino improvvise difficoltà.
> >
> > Per tacere del nome a dominio improvvisamente "scaduto" dopo tutte le
> > conferme, proprio perché "al controllo dei nameserver ci sono dei
WARNING
> > (non degli ERROR) e quindi va reinviato", oggi riceviamo quanto
allegato.
>
> Se il modulo non ha passato il check (dns) e quindi per tale dominio
> non vi e' un modulo corretto e' normale che la sola lettera di AR
> trascorsi i fatidici 10 gg scada.

Sono perfettamente d'accordo.

Peccato che ho qui le mail di conferma che IL MODULO HA PASSATO
TUTTI I CHECK!

Proprio per non sommergere ITA-PE di cose non di interesse generale
non ho inviato anche tutta questa documentazione.
Il caso (come sai, perché ti ho mandato mail in proposito)
si riferisce a un nome a dominio che ha passato tutti i check, compreso
ovviamente quello dei DNS, che riportava:

> IT-NIC automatic nameservers configuration check tool
> xxxxxxxxx.IT domain nameservers check
>
>
>
> DNSCHECK [NS1.LINKUPNET.COM]:OK with WARNING

L' OK with WARNING (derivato dall'errato controllo del TTL di
cui sopra), come dicono le VOSTRE istruzioni non richiede il
reinvio del modulo. Del resto, come detto in quella occasione,
posso forwardare a chi ha interesse *centinaia* di DNS check
che hanno orginato questo WARNING senza che, correttamente,
si richiedesse alcun reinvio.

OK with WARNING vuol dire che IL MODULO HA PASSATO
IL CHECK. O no?

Quindi come vedi gli "errori" di cui siamo ultimamente gli sfortunati
destinatari sono i più strani.

> > La risposta è sbagliata per due motivi:
> >
> > 1) le attuali regole prevedono, per le ditte individuali, l'uso della
stessa
> > lettera
> > di AR che per le società, ma ovviamente con la sola indicazione del
numero
> > di partita IVA: è ignoto al sig. Zaouali Mouhajer che una ditta
individuale,
> > non
> > essendo una società, è *priva* di *ragione sociale*.
>
> Con sincerita' mi devi dire dove il mio collega poteva capire che si
> trattava di una ditta individuale, gli altri dati relativi alla
> azienda erano presenti tutti, tranne la ragione sociale ed il nome del
> legale rappresentante.

E forse proprio qui doveva sorgere il dubbio, o no?
Del resto, basta approntare "apposito modulo" separato invece
che avere una sola LAR per società e ditte: le avete preparate
voi, mica io.

> Se fossimo stati "fiscalissimi" la lettera di AR andava respinta,

E per quale motivo? Hai sottomano http://www.nic.it/NA/procedure-curr.html?
Allora mi spieghi il punto 1.2 quando dice:

. Nella lettera di AR, oltre a
> quanto previsto all'articolo 13.1 delle Regole di Naming, ed
> all'identificativo del Maintainer, devono essere dichiarati, secondo lo
> schema predisposto dalla RA:
> ° per le società:
>     1. numero di iscrizione alla Camera di Commercio oppure al Registro
> delle imprese, ove previsti dalla legge;
>     2. numero di partita IVA;
>     3. nome e cognome del legale rappresentante;
>     4. sede sociale.
> ° per le ditte individuali
>     1. il numero di partita IVA

Mi pare che il legale rappresentante stia solo nel punto relativo alle
società.

> ritengo comunque che il mio collega che aveva tra le mani modulo e
> lettera di AR sia stato coscenzioso a segnalarti il problema ed a
> invitarti a farci avere una lettera di AR corretta in breve tempo.

No, scusa, a OBBLIGARE a reinviare la lettera entro 48 ore.
Non mi pare né gentile né coscienzioso. Gentile e coscenziosa
sarebbe stata una risposta del tipo:

"Non trovo la ragione sociale nella lettera di AR, mi confermi (via
mail) che si tratta di una ditta individuale, così registro subito
il dominio?"

Non:

> la lettera non è corretta in quanto non è stato
> indicata la ragione sociale; per cui attendiamo
> la lettera corretta bentro 48 ore al numero di fax
> 050/570230 rivolta alla mia attenzione.
>
> Se la lettera non perverà entro 48 ore il dominio
> verrà respinto.

> > 2) le attuali regole prevedono, nel caso in cui la lettera non fosse
> > corretta, 10 giorni e non 48 ore per il reinvio.
>
> No, se avessimo adottato le regole alla lettera .... la lettera di AR
> per il dominio ristorante13giugno.it doveva essere respinta e dovevi
> riiniziare da capo tutto il processo di registrazione.

Mi spiace, ma la lettera *è corretta* Volgiamo rileggerle queste benedette
procedure?????

> > sempre da http://www.nic.it/NA/procedure-curr.html:
> >
> > 1.2 Lettera di Assunzione di Responsabilità
> >
> > La lettera di assunzione di responsabilità (lettera di AR) è la lettera
con
> > la quale il richiedente del nome a dominio si assume la piena
responsabilità
> > civile e penale dell'uso del dominio stesso. Nella lettera di AR, oltre
a
> > quanto previsto all'articolo 13.1 delle Regole di Naming, ed
> > all'identificativo del Maintainer, devono essere dichiarati, secondo lo
> > schema predisposto dalla RA:
> > ° per le società:
> >     1. numero di iscrizione alla Camera di Commercio oppure al Registro
> > delle imprese, ove previsti dalla legge;
> >     2. numero di partita IVA;
> >     3. nome e cognome del legale rappresentante;
> >     4. sede sociale.
> > ° per le ditte individuali
> >     1. il numero di partita IVA
> > ° per i liberi professionisti:
> >     1. il numero di partita IVA, ove previsto dalla legge;
> >     2. la data e il numero di iscrizione al relativo albo, se esistente.
> >
> > Essendo lo "schema predisposto dalla RA" null'altro che il modulo di
lettera
> > di AR reperibile all'URI:
http://www.nic.it/RA/domini/lar/lar-socditte.rtf
> > ed essendo detto modulo identico per le società e per le ditte
individuali,
> > è palese che ove si tratti di ditta individuale l'indicazione del numero
di
> > partita IVA è sufficiente alla corretta identificazione del richiedente
> > secondo le vigenti regole.
> >
> > Sono sicuro che il nome a dominio sarà subito registrato. Ma voglio
anche
> > sperare che prima o poi (subito?) la RA verifichi la preparazione dei
suoi
>  > collaboratori.
>
> La preparazione mia e dei miei colleghi viene continuamente monitorata
> e verificata dai nostri responsabili ed e' sotto i vostri occhi ogni
> giorno.

Appunto. Come chi insiste che moduli corretti non lo sono senza
nemmeno pensare di poter sbagliare.

> Non dimentichiamo che anche noi siamo esseri umani come voi e quindi
> soggetti a sbagliare ......... ed in ogni caso  per il dominio

Nononono, il problema sta proprio nel fatto che alcuni non
pensano nemmeno lontanamente che se uno insiste possono
aver sbagliato. Tanto il dominio non te lo registriamo, quindi
abbozza e rifa.

> ristorante13giugno.it credo che tu abbia male interpretato le regole
> ed il comportamento del mio collega.

Non è così: le regole sono lì da leggere, e non ho visto risposte
nel merito. Io ho quotato le regole e vi ho fatto vedere dove sta
la nostra ragione: non ho visto risposte *nel merito* delle regole.
Ditemi al punto x sta scritto xxxxx, sono curioso.

Quanto al comportamento del collega vedi sopra.

> Buon fine settimana,

A te.

> Ho visto che hai reinviato la lettera di AR corretta per il dominio
> e quindi lunedi' mattina lo registreremo subito ... e da parte mia
> o di Maurizio ti daremo una risposta al tuo quesito sui TTL.

Ho reinviato la lettera, come scrittovi, subendo il vostro arbitrio
per evitare danni al cliente. E' la conferma di quanto dicevo prima:
impossibile ottenere da parte vostra l'ammissione di un errore.

Piero Serini


>
> ----- Original Message -----
> From: "IT-NIC Hostmaster" <hostmaster a nic.it>
> To: <hostmaster a esi.it>
> Sent: Thursday, March 22, 2001 8:38 PM
> Subject: Re: NEW DOMAIN ristorante13giugno.it
>
> > Salve,
> >
> > la lettera non è corretta in quanto non è stato
> > indicata la ragione sociale; per cui attendiamo
> > la lettera corretta bentro 48 ore al numero di fax
> > 050/570230 rivolta alla mia attenzione.
> >
> > Se la lettera non perverà entro 48 ore il dominio
> > verrà respinto.
> >
> > Distinti saluti,
> >
> >                 Zaouali Mouhajer
> >                 RA Staff
> >
> >
> >
> >
> > > domain:      ristorante13giugno.it
> > > x400-domain: c=it; admd=0; prmd=rist13giugno;
> > > org:         ditta Saverio Dolcimascolo
> > > descr:       ditta Saverio Dolcimascolo
> > > admin-c:     SD5997-RIPE
> > > tech-c:      ESI-ORG
> > > tech-c:      MC669
> > > tech-c:      PS155
> > > postmaster:  MC669
> > > postmaster:  PS155
> > > zone-c:      ESI-ORG
> > > zone-c:      MC669
> > > zone-c:      PS155
> > > nserver:     193.194.16.129  ns1.esiway.net
> > > nserver:     193.194.16.130  ns2.esiway.net
> > > nserver:     212.239.14.241  ns3.esiway.net
> > > nserver:     193.205.245.8  dns2.nic.it
> > > remarks:     Fully-managed
> > > mnt-by:      ESI-MNT
> > > created:     20010322
> > > changed:     hostmaster a esi.it 20010322
> > > source:      IT-NIC
> > >
> > > person:      Saverio Dolcimascolo
> > > address:     c/o Ristorante 13 Giugno
> > > address:     Via Goldoni, 44
> > > address:     I 20121 Milano MI
> > > address:     Italy
> > > phone:       +39 02 719654
> > > fax-no:      +39 02 70100311
> > > e-mail:      info a ristorante13giugno.it
> > > nic-hdl:     SD5997-RIPE
> > > mnt-by:      ESI-MNT
> > > changed:     hostmaster a esi.it 20010322
> > > source:      IT-NIC
> >
> >
> >         Italian Registration Authority - Staff
> >
>
               ------------
> -
> >   Italian Registration Authority            E-mail: hostmaster a nic.it
> >   c/o IAT - Istituto del CNR                Phone:  +39 050 3139811
> >   Via Giuseppe Moruzzi, 1                   Fax:    +39 050 542420
> >   56124 Ghezzano, PISA - Italy
>
               ------------
> -
> >
> >
> >

--
-----                                                       -----
Daniele Vannozzi                  Phone:  +39 050 3152084
IAT - CNR Institute               Fax:    +39 050 3152593
Via Giuseppe Moruzzi, 1
56124 Pisa - Italy            E-mail:
Daniele.Vannozzi a iat.cnr.it
-----                                                       -----



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe