Come al solito!!!!

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 26 Mar 2001 14:25:58 CEST


On 26 Mar 2001, at 13:05, Maintainer - Mediterranea Multimedia wrote:
> Sono daccordo con te sul fatto di eliminarli. Ma ho un perchè: se il comune
> non avesse avuto "quasi" l'obbligo di registrarsi con il nome geografico
> esso avrebbe scelto il nome più congeniale sia esso www.comune diroma.it o
> roma.it e via dicendo. E' altresì normale che un eventuale utilizzo di un
> nome a dominio in modo da ledere qualche diritto è la magistratura a
> sbrigarselo. Ma io mi riferivo non ad una censura ma ad una constatazione
> interna successiva ad una segnalazione della PA. Se il Comune di Roma trova
> su quel sito materiale che va a ledere il diritto dei romani nonchè della
> stessa amministrazione con una semplice lettera del sindaco o del suo
> ufficio legale alla NA, esso lo fa riprendere direttamente dalla NA in modo
> da utilizzare il sito nei modi consoni e non naturalmente nel senso di
> censura ma nel senso pubblico del termine.

Il comune e' come un qualsiasi altro mortale terrestre su questo
pianeta: puo' registrare cio' che gli pare ed avere anche 100 nomi a
dominio se vuole e se sono liberi. Inoltre se qualcuno lo diffama
con un sito o con altro mezzo deve rivolgersi alla Magistratura dove
avra', con grande soddisfazione di un legale o due, la sua quota di
ingiustizia che gli compete.

>se al sito
> www.alessandrenosenzo.it ci trovi materiale pedofilo tu vai su tutte le
> furie e gli fai causa. se sul sito www.comunediroma.it (è un esempio questo
> sito, mi sono accorto che è registrato) ci trovi materiale di insulti
> all'amministrazione di Roma, quindi di levatura pubblica  COSA SI FA?

Bisogna ricorrere alla magistratura e non possiamo noi ne'
tantomeno la RA fare giustizia sommaria. Io non sono mai stato
accusato di pedofilia ne' di associazione mafiosa se pubblicassero
un sito od un libro che mi accusa di cio' mi rimbalzerebbe
moltissimo. Se il Comune di Roma si becca gli insulti forse se li
merita ed inoltre la funzione degli Enti pubblici e' anche quella di
prendersi gli insulti dei cittadini che almeno una volta che si sono
sfogati non fanno altri danni. :-)
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe