R: European Parliament Resolution on Internet Governance

Claudio Allocchio Claudio.Allocchio a GARR.IT
Lun 26 Mar 2001 17:56:57 CEST


> 17.  Considers it necessary to establish clearly the scope of the
> responsibility of the national bodies administering the registers and of the
> service contractor, in the event of dispute; calls therefore on Member
> Governments to coordinate their Country Code top level domain registration
> policies and procedures, so that users are handled in a consistent manner
> and with effective dispute resolution policies, and further encourages the
> Commission to promote effective alternative dispute resolution procedures to
> reinforce the domain name registry codes of conduct;

Questo va letto con tutti i punti precedenti, in particolare il punto E
dove dichiara che dichiara che la forma di governo deve esser basta
sull'autoregolamentazione...

Singifica semplicemente che si DEVE trovare il giusto compromesso tra il
ruolo dei governi (che sono esplicitamente invitati a stabilire
chiaramente le responsabilita' di Registry, Registrars e Utenti, IN CASO
DI DISPUTA, nonche' a cercare di avere metodi di assegnazione "uniformi e
non discriminanti") e gli organismi di autoregolamentazione.

L'intero documento invita i governi "a mettere dei paletti fissi ed
uniformi" per alcuni casi. NON invita i governi a scrivere le regole,
decidere le procedure, etc...

E' quindi un inivito a collaborare e scrivere in equilibrio tra orgini di
autoregolamentazione e legislatori i "pezzi mancanti" per assicurare a
tutti la migliore gestione dell'Internet in generale.

Tra l'altro, c'e' anche la versione UFFICIALE in Italiano se la volete
vedere. Basta partire dalla URL in fondo al documento.

Claudio Allocchio



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe