Anche i non Assoprovider si indignano

Antonio Sunch antsunch a ISOLAWEB.IT
Mar 27 Mar 2001 10:57:14 CEST


Ebbene si caro Frontera, finalmente si scopre che l'idea della rifondazione
della N.A. non potrą evolversi a causa della presenza finalmente massiccia e
dovuta di quei carbonari di Assoprovider.
Stupidi carbonari che pretendono, da soli, di difendere Internet dalla
attivitą di un ministro intraprendente ed ignorante, ed a tal fine osano
portare in piazza (a Roma e non ad Arcore) i problemi della Rete in Italia.
Imbecilli presuntuosi che credono che si possa difendere il loro lavoro
entrando nel Palazzo e coinvolgendo gli Onorevoli Inquilini per
salvaguardare tutti dallo strapotere delle Telco.
Per chi é abituato a lottare quotidianamente con il problema della
sopravvivenza della propria azienda queste schermaglie sono solo una noiosa
perdita di tempo.
Gb sappia che anche qualche non Assoprovider é con lui........
ed anche con Assoprovider.
L'appuntamento é per le serie discussioni sui veri problemi della N.A. ed
alla prossima Assemblea.
Solo questa potrą decidere se mandare al rogo Frontera ......ed
Assoprovider.
Auguri di buon lavoro Frontera, ne avrai proprio bisogno.

Antonio Sunch


----- Original Message -----
From: "Alessandro Nosenzo" <nosenzo a IDEA.IT>
To: <iTA-PE a NIC.IT>
Sent: Tuesday, March 27, 2001 10:00 AM
Subject: Re: intervista a Mediamente


> Eccoli qua i signori di Assoprovider che si indignano.
> Caro Marcello sai che non ho nulla di personale contro di te anzi il
> contrario, ma ritieni proprio logico difendere chi non e' difendibile.
> Il Prof. Denoth della Registration Authority intanto che nottetempo
> faceva gli accordi con Infocamere si e' messo d'accordo con
> Assoprovider per difendere la Naming Authority dall'attacco di chi
> voleva e VUOLE una Naming Authority forte ed indipendente dalla
> Registration Authority dichiarando alla cieca (era notte no) di
> appoggiare il loro candidato alla vice-presidenza in cambio (ritengo
> io) della conferma alla presidenza di Claudio Allocchio che e'
> personaggio molto valido dal punto di vista tecnico ma
> assolutamente inesistente dal punto di vista politico ed e' inoltre
> facilmente controllabile dalla RA.
> Cosi' si e' fatto e Frontera, che solo io e pochi altri conoscevano
> (infatti non ha mai postato nulla in lista nessun contributo di sorta
> come del resto tutti i vari maintainer che si sono iscritti poco prima
> dell'assemblea ma non sono capaci di dare alcun contributo), si e'
> candidato e senza neppure ascoltare il suo programma (ne aveva
> uno?) e' stato votato ed eletto.
> Certo e' stato eletto vice-presidente prendendo i voti anche di quelli
> che non sapendo hanno seguito l'onda ben consci che da statuto il
> vice-presidente non puo' fare nulla quindi anche pochi danni. Infatti
> gli stessi non hanno votato per i candidati di Assoprovider nel CE
> che infatti sono stati tutti "trombati" segno che nella NA c'e' ancora
> chi crede in Internet e non solo nelle botteghe che vendono i kit di
> connessione alla rete o le pagine HTML o peggio ancora con Flash.
> Con questo sia chiaro tutti noi abbiamo il diritto di critica nei
> confronti di Frontera e non rinunceremo ad esercitarlo. Inoltre chi
> ha votato Frontera non conoscendolo e pensando che i miei avvisi
> fossero eccessivi, ora si sta ricredendo ed in futuro imparera'
> sicuramente.
> Non si sta giudicando Frontera come persona perche' questo lo
> lascio fare ai cattolici oppure a quelli che fanno le classifiche in
> base al reddito (chi guadagna tanto e' per forza una brava persona),
> ma si sta giudicando il suo comportamento in qualita' di vice-
> presidente della NA.
> Naturalmente come da copione gia' visto il Presidente Allocchio
> non dice nulla sulla questione (sara' in viaggio premio pagato dalla
> RA) non prende posizione ed in questo modo vergognoso di fatto
> approva lo scorretto comportamento di Frontera che non ha
> precedenti nella NA.
> Caro Colleghi amanti della Rete vogliamo capirla o no che qui nella
> NA c'e' spazio per tutti ma alla condizione che si voglia fare
> qualcosa per gli altri e non solo e sempre sfruttare
> commercialmente la rete come se questa fosse nata per tale
> inutile scopo.
> Lo sa Frontera a cosa serve Internet? Credo non ne abbia la piu'
> pallida idea. Non sa certamente nulla di nomi a dominio e, se
> qualcuno aveva dei dubbi li ha rapidamente fugati in RAI. La
> giornalista che l'intervistava, simpatica siciliana, non sara' mica
> amica del presidente di Assoprovider?
> Insomma io adoro le persone del sud Italia ma cio' che odio di
> alcuni di loro e' la mentalita' arretrata secondo la quale va avanti
> solo l'amico dell'amico e non il migliore. Se questa mentalita' e'
> stata cosi' bene esportata anche ad Arcore, non vuole dire che la
> maggioranza dei meridionali la condivida (anzi il contrario) e
> naturalmente la maggioranza degli altri la respinge in toto.
> Rinnovo l'invito a dimettersi a Frontera ed invito i suoi amichetti di
> Assoprovider, quando risecono a sospendere le loro frenetiche
> attivita' di posting in HTML e Javascript nella loro mailing list, a
> dismettere il grembiule da bottegai di Internet ed indossare quello
> dei professionisti del settore usando con grabo queste risorse
> preziose per i loro fini commerciali e donando qualcosa agli altri
> difendendo la rete dagli abusi di ogni tipo quali quelli subiti dalla
> Naming Authority.
> Saluti.
>
> Alessandro Nosenzo
>
> On 26 Mar 2001, at 19:40, marcello cama wrote:
>
> Non entro merito esulla qualita' dell'intervista di GB a mediamente,
quanto
> sull'affermazione secondo me gravissima che segue....



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe