Ad ognuno le sue funzioni.

Maurizio Codogno mau a BEATLES.CSELT.IT
Mar 27 Mar 2001 13:47:47 CEST


On Tue, 27 Mar 2001 11:55:18 +0200
Riccardo Roversi <rroversi a SLA.IT> wrote:

> Lo statuto di NA prevede che la gestione ordinaria sia curata dal CE
> collegialmente.

posso capire che la rappresentanza legale non sia equivalente alla
rappresentanza tout court, ma dire che "l'amministrazione sia ordinaria
che straordinaria della Naming Authority" (articolo 14) sia la rappresentanza
della NA mi sembra ancora meno probabile.

> E' prevista la possibilità di delega, ma la delega deve essere espressa.

La delega e` prevista per "Specifiche mansioni di gestione ordinaria
e di applicazione delle Regole di Naming" (articolo 15). Continua a
sembrarmi poco probabile che la rappresentanza presso i media sia parte
della "gestione ordinaria" della NA.

Quando mi e` capitato di essere intervistato come Diretur, ho sempre
fatto mettere tutta la pappardella "direttore del comitato esecutivo
della naming authority italiana" e spero di non avere mai dato
l'impressione che la NA non fosse ufficialmente rappresentata dalla
presidenza.

> E' evidente che non è concepibile alcuna sanzione nei confronti del signore
> in questione, ciò che è concepibile, e anzi doveroso, è l'esercizio del
> diritto di critica nei confronti della dichiarazione da lui rilasciata a
> nome dell'intera NA, senza averne il potere.

ergo, nessuno ha il potere di rilasciare interviste a nome della NA.

Chiedo che il prossimo statuto abbia esplicitamente la figura dell'addetto
stampa, insieme con la definizione di chi lo deve nominare o eleggere..

ciao, .mau.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe