Interviste, rappresentanza e altre bazzecole...

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Mer 28 Mar 2001 01:30:25 CEST


Ognuno ha la rappresentanza che si merita (che si e' dato...per essere piu'
precisi). Gli strumenti a disposizione per cambiare questa rappresentanza
sono quelli messi a disposizione dallo statuto corrente per cui al massimo si
puo' aprire una mozione per un'altra assemblea 'anticipata' e rivotare. A
parita' di candidature non sono cosi' convinto che il risultato cambierebbe
pero', volendo, ci si puo' provare... certo e' che non si e' intervenuti sullo
statuto il giorno 16 (e si sarebbe tecnicamente potuto) e quindi una ulteriore
assemblea straordinaria sarebbe una rognosa iattura per molti. Mah, credo
che gli eventi recenti siano, come dice Trumpy, il congiungersi di eventi
imperscrutabili che tirano in ballo la NA ed il problema reale e' che questa
NA e' ancora abbastanza lontana da avere una 'immagine' credibile.
Una intervista al volo, senza avere la voglia ed il dovere morale di far almeno
'finta' di sapere cosa fa e cosa vuole fare la NA, mi spiace, ma era piu'
corretto se fosse stata  almeno rimandata. Sul merito del contenuto, beh ...
ci sara' chi si sara' sentito perfettamente rappresentato e chi no. L'importante
e' che il numero di coloro che si sono sentiti rappresentati sia
proporzionalmente uguale o maggiore in relazione al consenso (preferenze)
che il VP ha ottenuto in assemblea per guadagnarsi il ruolo che ha tuttora.
Tutto il resto mi sembra un po' aria fritta.

Trovo invero un po' lamentoso che gli Assoprovideranti si debbano 'difendere'
e dire che non vogliono monopolizzare la NA ma partecipare alle decisioni
perche' i provider devono esserci. Non mi sembra che la 'carenza' (?!)  di
presenza di provider fosse diventato il problema, ma probabilmente mi
sbaglio. La cosa invece scandalosa, per chi ha la forza di scandalizzarsi
ancora (io temo non piu') , e' che la rappresentanza di una certa 'utenza'
(ovvero i potenziali registranti) sia miseramente presente ed ogni potenziale
possibilita'  e'  per giunta facilmente collocabile aldila' di un 'cordone
sanitario' per via del metodo da 'ammissione al club' che nonostante tutte le
reiterate buone intenzioni (e il non prendere provvedimenti in statuto in
assemblea quando sarebbe stato possibile farlo non aiuta di certo) tuttora
permane nella sua tristemente incontrovertibile evidenza.
Qualche 'indipendente'  (non ISP, non RA etc <solita tiritera> etc..)
fortunatamente sfugge al controllo ma sono (siamo) ancora pochi, e la NA
temo non comprenda capisce che sono (siamo) una delle poche sue
possibilita' di 'salvezza' per farsi o rifarsi una almeno potenziale 'verginita'.
Pazienza, indipendente ero e indipendente rimango e per somma sfiga di
eventuali detrattori sono anche uno di quelli che ha, al momento, comunque
diritto ad essere membro in quanto partecipante alla fondazione (senza la
selezione sul curriculum, per intenderci). A meno che, ovviamente,  non si
cambi lo statuto in tal senso e le premesse sembrano esserci tutte. (Per
'aspirare a contribuire' ad un miglioramento dello statuto bisogna presentarlo
eccome il curriculum)
In questi anni credo di aver dato il mio contributo, a volte 'rudemente', altre
volte piu 'pacatamente' ma sempre nell'ottica di ottenere un risultato finale (le
regole) che potessero essere viste come efficaci e ragionevoli da tutti i
possibili attori ed sopratutto aderenti alla realta' su cui e' possibile fare conto
e quelle con cui bisogna fare i 'conti' (compreso il far apparire 'ad occhi
esterni' come 'credibile' un organismo come la NA).
E' sicuramente presto per dirlo, ma il difetto principale della NA mi sembra
sempre lo stesso... la scarsa 'rigorosita' d'azione' ...vedremo....

In tutta sincerita'  mi sto progressivamente disaffezionando alla NA... la
progressione non e' geometrica ma e' pericolosamente non-lineare....
rimango ancora un poco... qualche mese forse, per vedere come 'convergono'
le cose....
So che a molti il fatto che uno come me, dopo qualche anno di 'sincera
passione e coinvolgimento',  abbandoni la partita,  glie ne fregera' poco o
nulla... e' probabilmente un sintomo di problemi piu' ampi che andrebbero
forse almeno indagati......ma sinceramente, se e quando (come temo) verra'
quel momento,  credo anche a me importera' ben poco...purtroppo.

Scusatemi lo sproloquio, la franchezza, e per tutto cio' che possa essere
eventualemente considerato come 'off topic'.

Cordiali saluti
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe