R: CENSURA SITO INTERNET

Renato Romano r.romano a AMALFINET.IT
Mer 28 Mar 2001 18:04:54 CEST


27/03/01 - News - Roma - Bismark.it, celebre sito noto come "portale
italiano dell'underground", è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza,
Comando nucleo provinciale Polizia tributaria di Catania.

A quanto pare l'operazione, voluta dalla Procura della Repubblica di
Catania, rientrerebbe nell'ambito delle indagini sul commercio di immagini
pedopornografiche online. In particolare, tra i molti link forniti dal sito,
uno portava ad una top100 di siti dalla quale sarebbe stato possibile
raggiungere un sito pedofilo.

Se questa fosse confermata come la motivazione del sequestro, rimarrebbe da
capire come mai si è proceduto in modo così drastico anziché limitare
l'intervento alla richiesta di rimozione del link, sempre ammesso che un
link del genere, in tale contesto, possa essere considerato illegale. Ma
nessun commento, fino a questo momento, è stato rilasciato dalla Procura.

"Si son portati via il mio pc di lavoro - ha detto a Punto Informatico il
webmaster del notissimo sito italiano frequentato da moltissimi appassionati
di tutto quello che va dalla musica all'hacking - e spero si siano resi
conto dell'abbaglio. Hanno frugato nella mia casa e mi son sentito veramente
male.... Non lo auguro a nessuno".

Pierluigi, che gestisce Bismark.it, è però molto fiducioso che tutto si
risolva rapidamente: "Un mio legale già sta agendo per risolvere la
questione. Presto Bismark.it sarà nuovamente online. Promesso".

28/03/01 Ieri mattina fonti interne della Procura hanno confermato a Punto
Informatico che Bismark.it potrebbe essere implicato in tre diversi reati,
uno dei quali ci è stato descritto come "la più grave azione illecita che
possa essere commessa sulla rete Internet".

Il magistrato titolare dell'inchiesta, Catena, ha spiegato a Punto
Informatico che per ora si è solo proceduto al sequestro del sito e che
"accertamenti" sono in corso. Fonti della Procura hanno anche sottolineato
che nei prossimi giorni dovrebbe essere rilasciato un comunicato ufficiale
sulla vicenda con i dettagli dell'inchiesta.

Ieri intanto l'ADUC ha rilasciato un comunicato in cui critica come
"eccessivo" il provvedimento deciso dalla Procura di Catania. "Auspichiamo -
ha spiegato il presidente ADUC Vincenzo Donvito - che l'abbondanza di
interventismo sia subita ricondotta nei meandri di un civico rapporto tra
necessità di un sequestro preventivo e presunta colpevolezza
dell'altrettanto presunto reo".

"Ciò che colpisce - incalza Donvito - è che se si digita l'indirizzo del
sito sequestrato, compare una grigia immagine del simbolo della Repubblica
Italiana come intestazione della Guardia di Finanza e una grande scritta
centrale "SEQUESTRO" che, se ben spiega cosa ci stia a fare al posto delle
immagini colorate di Bismark.it, fa comunque impressione, piuttosto che
incutere un senso di certezza della presenza dell'autorità che garantisce".

-----Messaggio originale-----
Da: owner-ita-pe a NIC.IT [mailto:owner-ita-pe a NIC.IT]Per conto di Antonio
Cilli
Inviato: mercoledì 28 marzo 2001 17.37
A: ita-pe a NIC.IT
Oggetto: CENSURA SITO INTERNET


Appena dopo la soglia del nuovo millennio, tra le problematiche dei nomi a
dominio, la sicurezza, la cifratura dei pacchetti che transitano in Rete, i
SW in grado di inibire i documenti informatici di ogni genere e non per
ultimo le tecniche di apposizione del "sigillo digitale" attraverso l'uso
della crittografia, assistiamo a fenomeni di questo tipo:
http://www.bismark.it
Speriamo che le motivazioni siano sufficienti a ignorare lo "stato
dell'arte", come usa scrivere il legislatore e questo riferimento si valido
anche per la parte pubblica e non solo per i comuni cittadini.
In quanto a censura o libertà ho già scritto alcune considerazioni nei
seguenti articoli:
http://inews.tecnet.it/articoli/Settembre98/dirittoeinternet9808.html
http://www.ordinegiornalisti.veneto.it/normative/indirizzi_legislativi/telem
atica/censura_su_internet.htm

Buona riflessione a tutti,
Antonio Cilli



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe