presenza a Roma

Effe z-z a WRITEME.COM
Mer 9 Maggio 2001 11:51:24 CEST


Effettivamente il problema NON e' secondario.

Possono esserci problemi (magari precedentemente presi o improvvisi) che
oggettivamente impediscono ad un nuovo "5b" (come anche io sono) di
presenziare alla assemblea.

Sarebbe credo ingiusto che chi esprime e comunica un oggettivo impedimento
sia guardato con sfavore perche' non e' presente alla sua prima assemblea.

E comunque va anche posto nella dovuta luce che un conto e' venire a Roma da
per esempio) Frosinone e un altro e' venire da Verona o da altra localita'
distante 500 chilometri.

Chiedo quindi ai piu' "anziani": come vi siete regolati nel passato?

Grazie per le risposte.

Franco Zumerle - Verona

PS: io, ad oggi, savo novita', ci saro'  :-))



----- Original Message -----
From: "LEGISNET - Luca Giacopuzzi -" <luca a legisnet.it>
To: <ITA-PE a NA.nic.it>
Sent: Saturday, March 10, 2001 2:00 AM
Subject: presenza a Roma


    Sono un nuovo iscritto "5b": approfitto della Vostra disponibilitÓ ed
espongo il mio problema.

    Per un impegno concomitante di carattere personale (che ho giÓ
provveduto a portare a conoscenza del presidente), temo mi sarÓ impossibile
essere presente di persona a Roma il 16 p.v.

    Dato il mio serio interesse per l'informatica giuridica (mi sto infatti
specializzando in tale settore del diritto e sono fondatore di LEGISNET,
sito di consulenza legale on line) non vorrei che la mia assenza da Roma mi
nuocesse, ostacolando la mia ammissione alla NA.

    In altre parole: per non compromettere l'accoglimento della mia istanza
devo venire a Roma???

    Aggiungo ed anticipo, infine, che, qualora venisse accolta la mia
candidatura, sono disponibile a collaborare per la realizzazione di un
Ufficio Stampa, deputato a curare le relazioni esterne.

    Saluti a tutti

Luca Giacopuzzi
Verona



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe