marchi e domini

l.albertini avv.albertini a LIBERO.IT
Ven 4 Maggio 2001 11:53:03 CEST


> On 3 May 01, at 17:35, l.albertini wrote:
>
> > segnalo che il Tribunale di Parma, con decisione di quest'anno (non
> > posso allo stato essere più preciso), ha deciso che il titolare di
un marchio assai rinomato può fare inibire l'uso di un nome di dominio
uguale al proprio marchio ad un terzo, che l'aveva ottenuto al solo
fine di approfittare della notorietà del segno. (...)
> Ringrazio per la segnalazione, sempre utile e gradita, ma non mi
> sembra una cosa particolarmente sconvolgente. E' una
> impostazione che i tribunali francesi ed inglesi avevano adottato da
> tempo (harrods.com in primis)
>Patrizio Menchetti

la sentenza è interessante (che sia anche condivisibile è da vedere):
1) per l'individuazione dei due elementi di fatto da cui desumere la
finalità accapparrativa; 2)per la dichiarazione di sufficienza della
mera registrazione del n.di d., anche senza l'attivazione del sito; 3)
per avere utilizzato la categoria del marchio rinomato allo scopo di
inibire un soggetto che non era concorrente della impresa attrice,
nemmeno lontanamente.
l.albertini  vr



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe