solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato delComitato Esecutivo n. 33

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mer 9 Maggio 2001 11:23:19 CEST


Scusate se intervengo nuovamente, ma vorrei rivolgere anche ad Ignazio la
medesima domanda già rivolta a Roberto, aggiungendo qualche ulteriore
riflessione.

Le regole di naming prevedono due metodi di risoluzione delle controversie:
l'arbitrato irrituale e le procedure di riassegnazione.

Roberto ritiene di aver individuato una argomentazione vincente a favore
della delibera del CE nel fatto che l'arbitrato irrituale può concludersi
con la semplice dichiarazione di revoca del dominio.  In altre parole,
secondo Roberto, dal momento che esiste un metodo che consente la revoca
sarebbe superfluo consentire che anche il secondo metodo di risoluzione
delle controversie consenta lo stesso esito.

Se la mia interpretazione è esatta (e prego Roberto di comunicarmi se non lo
è), allora vi chiedo (ancora una volta): quale è il motivo che può
giustificare questa asimmetria ?  le procedure di riassegnazione, secondo
voi, sono meglio (o peggio) dell'arbitrato irrituale e questo pregio (o
difetto) giustifica la disomogeneità ?

Vi chiedo anche, ampliando il discorso, quale sia - secondo voi - la ragione
per mantenere due diversi metodi di risoluzione delle controversie ?  Siamo
sicuri che non sarebbe meglio, più semplice, più efficiente, più chiaro dire
una volta per tutte che NA prevede un solo metodo, salvo il ricorso al
giudice ordinario ?

Se pensate che le procedure di riassegnazione non siano la soluzione più
appropriata, allora ditelo.

Ma smettiamola di boicottare indirettamente le procedure di riassegnazione.
E, soprattutto, smettiamola di considerare l'avversario delle procedure di
riassegnazione l'arbitrato irrituale che, onestamente, mi pare un metodo di
risoluzione delle controversie un po' misero...

R. Roversi





----- Original Message -----
From: "Ignazio Guerrieri" <guelex a TIN.IT>
To: "Roberto Fantini Perullo - Agenzia ANSA" <roberto.fantini a ansa.it>;
<ita-pe a NIC.IT>
Sent: Wednesday, May 09, 2001 10:05 AM
Subject: R: solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato delComita
to Esecutivo n. 33


> Roberto Fantini Perullo ha scritto:
>
> >Volete la revoca? Volete veramente la revoca? ve la do' io la revoca, che
> >c'e' sempre stata ma NON all'articolo 16 bensi all'11:
> >Testuale:
> >"11.3 Revoca a seguito di sentenza o decisione arbitrale
> >
> >La RA revoca l'assegnazione di un nome a dominio a fronte di una
> >decisione arbitrale o sentenza passata in giudicato che stabilisca che
> >l'assegnatario non ne aveva diritto all'uso. Un nome a dominio sospeso
> >non puo' venire riassegnato in uso ad altri se non dopo che sia stato
> >revocato.
> >
> >Un nome a dominio revocato ai sensi del comma precedente e'
> >immediatamente reso disponibile per l'assegnazione ad altri soggetti
> >diversi dal precedente assegnatario, a meno di esplicita indicazione
> >contraria espressa nella decisione arbitrale o nella sentenza."
> >
> >Quindi se volete la revoca, esiste il Comitato di Arbitrazione oppure il
> >giudizio ordinario: si puo' revocare sia CON sia SENZA rimessa in
> >disponibilita' del nome a dominio (se l'arbitrato si pronuncia col
> >"blacklisting" del nome a dominio, il nome viene "blacklisted"...., come
> >previsto dall'ultimo comma del 11.3).
> >
> >Le regole di naming devono funzionare da sole, senza il bisogno di
> ricorrere
> >ogni due-per-tre alle PDR (Procedure di Riassegnazione, ripeto): e' come
> >un'automobile, deve marciare senza problemi, non facendo intervenire il
> >meccanico ogni trecento chilometri.... So bene che l'affare delle MAP
> poteva
> >essere interessante, ma un regolamento deve funzionare a prescindere dai
> >metodi adottati per dirimere le dispute, non vincolandosi ad esse in
> maniera
> >troppo stretta secondo me.
> >
> bravo Roberto, finalmente!
> era ora che qualcuno lo dicesse.
> ciao
> Ignazio
> ----------------------------------------------------------
> Avv. Ignazio Guerrieri
> Via G. Nicotera, 29
> 00195 - ROMA
> E-Mail: guelex a tin.it
> Tel.: +39-06-3217708;  Fax: +39-06-3223335
>
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe