R: Richiesta Veto decisione n. 5 comunicato CE n. 33

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mer 9 Maggio 2001 14:40:43 CEST


On 9 May 2001, at 14:19, Stefano Trumpy wrote:
> *************************************
> Enti conduttori e revoca
> Su questa vexata questio, faccio alcune considerazioni generali. Il
> caso Mastercard ha portato alla attenzione che, se il contestante non
> ha diritto a registrare un nome, non vi puo' essere riassegnazione ma
> dovrebbe essere prevista anche la revoca. Allora, le soluzioni
> possibili portano a decisioni di fondo che potranno essere:
>
>         - alle MAP non possono accedere coloro che non hanno diritto a
> registrare nomi sotto il ".it" . Questa e' una soluzione relativamente
> semplice ma forse non bene accetta dagli enti conduttori;

No non e' un problema di enti conduttori questa e' una norma
illecita punto e basta. Possibile che nel fare le norme ci si debba
solo preoccupare di chi se ne possa avvantaggiare? Lo scopo delle
MAP e' combattere alcuni fastidiosi fenomeni di cui TUTTI posso
essere vittima. Non vedo perche' solo i cittadini residente nella UE
dovrebbero utilizzarlo. Se le nostre regole fossero considerate
valide, e non lo sono al momento, qualunque giudice dichiarerebbe
in 5 minuti che una simile limitazione e' illecita.

>         - facciamo in modo che tutti abbiano diritto a registrare
> nomi; in altre parole, passiamo ad un registro aperto anche agli
> svizzeri ed agli USA (solo esempi, per dire a tutto il mondo); in
> questo modo il caso Mastercard non ci sarebbe stato. Questa e' una
> soluzione possibile, ma implica la necessita' di una approfondita
> discussione istruttoria. Gia' ho fatto delle considerazioni in
> proposito in mail precedenti.

Non ci sarebbe stato il caso mastercard ma ce ne sarebbe stato
un altro. La revoca e' presente in tutti i registri come risultato della
MAP. Perche' avete paura della revoca?

>         - prevediamo che sia ammessa la revoca, qualunque delle due
> decisioni precedenti venga adottata; in questo caso, occorrerebbe
> pensare alla gestione di una lista di nomi revocati; se questi sono
> marchi o nomi legalmente protetti, si dovrebbero concedere solo ai
> detentori del diritto di usarli, con procedure da definire; se questi
> sono nomi offensivi, blasfemi o comunque indesiderabili, dovrebbero
> essere classificati come inassegnabili, e questo porta al problema
> dell'allargamento degli attuali "nomi riservati".
> ****************************************

Capito nulla! Perche' secondo te un nome revocato dovrebbe
essere riservato? Un nome revocato e' camcellato dal database e
subito dopo e' di nuovo disponibile per la registrazione. Perche'
dovrebbe essere riservato ? Non capisco ma nel CE discutete di
questi argomenti o vi limitate a basare le proprie decisioni su
convincimenti sbagliati e non reali?

Insomma Nominet sono dei pazzi, Internic peggio ancora, pero' loro
muovo i nomi a dominio e noi facciamo solo parole e parole per
decidere chi di noi e' il piu' bravo ma non siamo disponibili un
minuto ad ascoltare gli altri.
Complimenti Italiani.
Saluti.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe