non e' un problema di ....ma di credibilita'

Ettore Panella box a STARNET.IT
Mer 9 Maggio 2001 01:51:42 CEST


Scusate ma io per abitudine cerco di vedere il lato positivo in ogni cosa
(cerco non ho detto che ci riesco). Questa lunga sequela di insulti mostra
un problema reale, la certezza della identita' della persona con cui si
dialoga (a scanso di equivoci io non credo che al momento vi siano
personalita' fittizie in lista), infatti se in una assemblea si puo'
guardare in faccia l'interlocutore con il telelavoro (il nostro lavoro in
lista puo' secondo me essere equiparato) questo potrebbe non essere
possibile. Inoltre oltre al problema dell'identita' che dovremo risolvere
con la firma digitale (il buon Antonio Ruggero e' esperto del settore,
faccio anche io un nome e cognome :-) c'e' anche un altro problema che ho
intravisto tra le righe, ovvero se e' vero (ed e' una cosa lecita) che in
lista vi siano persone che condividano la stessa esperienza professionale
ad esempio l'avvocato ed il collaboratore, il proprietario ed il dipendente
... come puo' il subalterno esprimere palesemente una opinione diversa da
quella del suo datore di lavoro? in questa fase e' ovviamente e
fortunatamente un problema che non sussiste pero' non sarebbe opportuno
cominciare a rifletterci ora e farci gli anticorpi prima di prendere la
malattia?

P.S.
Giusto per curiosita' ma se uno in lista insulta qualcuno guadagna
qualcosa? Perche' se il premio e' sostanzioso anche io voglio essere della
partita :-)


At 18.43 09/05/01 +0200, Alessandro Nosenzo wrote:
>On 9 May 2001, at 17:24, marcello cama wrote:
>> Scusatemi,
>> non sono d'accordo con alessandro (nosenzo) e con claudio allocchio,
>> il buon davide ha fatto notare, e non ha denunciato, un anomalia che
>> secondo me evidenzia un comportamento "strano" ma non scorretto, c'e'
>> qualcuno che dal suo pc redige l'email per altri, oppure piu' persone
>> si avvicendano sullo stesso pc (cerco di immaginarmi la scena :-))))
>
>Hai le prove di cio' che affermi o e' solo una boutade come quella di
>Davide. Se hai le prove perche' non le pubblichi cosi' che tutti
>possiamo vedere chi e' questo delinquente che frequenta la NA.
>Intanto cio' che ha detto Davide non e' vero ed inoltre io ho il
>sospetto che lui abbia erroneamente rilevato l'IP del server e non
>del mittente che quindi fa sorridere tutti. Poi ci sono le LAN ci sono
>i Proxy ci sono i sistemi per forgiare un header ecc. ecc. Tutti li
>conoscono quindi e' patetico continuare a fare accuse del genere
>senza fornire una chiara prova e chiave di lettura di queste oscure
>trame alle nostre spalle. Inoltre le identita' di chi scrive sono riferite
>tutte a membri della NA quindi seguendo questa follia o sono
>persone inesistenti (ma io ho magiato una pasta cucinata da
>Caterina Bruno Corbaz, ho pranzato con Lapo Sergi, con Enzo
>Fogliani, 9 persone del CE hanno incontrato Veglianti a Roma e
>posso continuare a fare nomi di fantasia che pero' hanno detto di
>essere a favore del veto e quindi sono come me sospettabili)
>oppure se esistono perche' non si adirano con chi sta
>abusivamente, secondo Repetto, usando la loro identita'? La
>risposta e': una sola (sola alla romana una bufala inventata di sana
>pianta che non ha la minima logica).
>Aggiungo che mi risulta che Davide Repetto abbia dei problemi seri
>con Telecom Italia, Mau lavora in Telecom Italia quindi ecco perche'
>il Davide appoggia la sua tesi. Visto come e' facile fare dietrologia
>da circo.:-)
>
>> per scrivere alla lista. Subito scattano reprimende, richieste di
>> nomi, si approfitta (invece di riflettere) per riprendere vecchie
>> polemiche, quelle si sterili e spesso infondate.
>> Vogliamo contribuire alla stesura delle regole, ma se non sono certo
>> dell'identita' di chi mi scrive, come posso valutare attentamente le
>> sue parole ? se l'anomalia evidenziata dal buon repetto e' vera, e non
>> ho il motivo di dubitarne, e' un problema di credibilita' della lista
>> e dei partecipanti.
>
>Non hai motivo di dubitarne? Roba da matti. Va bene allora ti diro'
>un segreto le email che leggi a firma Claudio Allocchio non le
>scrive lui ma sono scritte da un dipendente del Ministero
>dell'Industria e nemmeno le mie sono scritte da me ma da te
>stesso per poterti rispondere. Se credi a Davide non hai motivo di
>non credere a me vero?
>
>> Alessandro, ma non ti passa minimamente per la testa che in alcuni
>> casi potresti essere offensivo (amichetti, ladri, soliti quattro
>> ect..) e con questo comportamento far scendere il livello della lista,
>> alla quale tu contribuisci per qt di email spedite? Ci sono
>> comportamenti censurabili anche legalmente e secondo me, acquisteresti
>> molto in termini di credibilita', se alle parole fai seguire i fatti e
>> quindi querele e denunce.
>
>Non ho capito io, secondo te (e mi attribuisci parole che non ho
>usato) dovrei denunciarmi perche' uso parole offensive? Certo e'
>una bella idea davvero divertente ed e' anche possibile che
>finalmente in un procedimento io abbia la certezza della vittoria
>essendo attore e convenuto (per Davide colui che cita e colui che
>viene citato, per Gibbi' il rompiballe ed il mariuolo). Capirei questo
>messaggio dopo cena dopo una certa dose di alcool ma cosi' a
>quest'ora mi lascia perplesso. Forse come tutto il resto del
>messaggio volevi scherzare oppure anzi sono sicuro non sei tu a
>scrivere una mia ex moglie che si spaccia per te. Aiuto Davide
>salvaci tu.
>Saluti.
>
>Alessandro Nosenzo (forse)
>
>> ps
>> ma perche' ti accalori tanto er una faccenda che non ti riguarda ?
>Scusa ma non si parla di NA. Io sono iscritto all'NA e la faccenda
>quindi mi riguarda. Io non mi sono mica iscritto per dare il mio voto
>ad un amico. :-) (e tu neppure lo so infatti).
>
>
______________________________________________________


______________________________________________________



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe