Sono d'accordo - Ex-Re:solo riassegnazione? non sono d'accordo

Francesco ORLANDO tech a RCART.COM
Gio 10 Maggio 2001 13:47:50 CEST


----- Original Message -----
From: "Giorgio Just" <giorgio.just a WAVENETGROUP.IT>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Thursday, May 10, 2001 11:17 AM
Subject: Re: solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato delComitato Esecutivo n. 33


> ---------------------- Information from the mail header -----------------------
> Sender:       Assembly of the Italian Naming Authority <ITA-PE a NIC.IT>
> Poster:       Giorgio Just <giorgio.just a WAVENETGROUP.IT>
> Subject:      Re: solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato
>               delComitato Esecutivo n. 33
> -------------------------------------------------------------------------------
>
> At 10.41 10/05/01 +0200, Paolo Furieri wrote:
> >per il semplice motivo che il dominio prprprp.it puo' essere stato registrato
> >in mala fede da tizio, caio fa la MAP e la vince, ma il dominio non lo
> >vuole/puo' registrare, sempronio puo', magari con buon diritto, registrare
> >prprprp.it. e perche' non lo dovrebbe poter fare ?
> >
> >se si vuole, si puo' fare una "blacklist" dominio/registrante. ma non e'
> >ammissibile dire "il dominio prprprp.it non lo deve registrare nessuno".
>
> Scusa ma NON capisco. Io dicevo che non trovo UNA ragione convincente per
> negare il diritto di chiedere la sola revoca. Chi ha mai parlato di "black
> list"? E' evidente che se il dominio viene solo "revocato" ritorna a essere
> registrabile (da chiunque). Ma saranno affari del richiedente e non nostri?
> Se a lui sta bene fare una PDR/MAP al mese invece che chiedere la
> riassegnazione e tenersi il dominio a scanso di eventuali successive
> ri-registrazioni, ma perchè devo preoccuparmene io?

Nemmeno io capisco, ma sono d'accordo con Paolo.

Spero di riuscire a dare cmq LA ragione per cui dissento dalle parole di Giorgio...

Se faccio una PDR/MAP per un dominio, tento di dimostrare che l'attuale assegnatario dello stesso
non ne ha titolo, per vari motivi.
Documentati opportunamente questi motivi, nel momento in cui questa PDR/MAP la vinco,
NON HA SENSO che IO lasci libero il dominio.
La PDR/MAP non serve solo (e correggetemi se sbaglio) a dimostrare la Malafede di altri,
ma a confermare il MIO DIRITTO/TITOLO alla registrazione stessa.

Mi sembrerebbe "corretto e logico" che, vinta la PDR/MAP, il dominio MI venga intestato, anche se poi non lo utilizzerò per niente (cosa che rimane mio diritto, dato che ne DOVRO' pagare la registrazione ed il mantenimento)

L'esempio che porto è corsera.it
Se il C.D.S. vincesse una ipotetica PDR/MAP, perchè il nome del dominio "potrebbe trarre in inganno" (salve le altre motivazioni) DOVREBBE, a mio avviso, Registrare lo stesso e forwardare tutti quelli che chiameranno *.corsera.it alle SUE pagine ufficiali.

Quindi, se nella stessa ipotesi, il CDS volesse tutelarsi anche dagli errori di battitura del nome a dominio corrieredellasera.it,
NON credo che potrebbe far creare una blacklist per tutte le varianti: corieredellasera corrieredelasera correredellasera, etc.
mentre sarebbe più logico che se li registrasse tutti e li forwardasse.

A meno che, con buona pace di tutti, ci fosse qualcuno che abbia tempo e voglia (e soldi), per contestare
agli attuali cybersquatters i domini che hanno registrato, solo per il gusto di vederli LIBERATI,
non avendo egli stesso diritto a registrarli.


<cut>
> Saluti
> Giorgio Just
>

Chiedo al Presidente, quindi, di NON PORRE il veto.

saluti

Francesco ORLANDO



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe