solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato delComitato Esecutivo n. 33

Francesca box a STARNET.IT
Ven 11 Maggio 2001 13:51:01 CEST


Apprezzo il tuo intervento, io sono un imprenditore e ragiono come tale,
ritengo che la giustizia come la difesa o la sicurezza e l'educazione non
possono essere soggette al mercato perche' ne sarebbero snaturate.
Sicuramente la giustizia deve essere svincolata da ogni logica di mercato. A
parte il fatto che io ho proposto il sorteggio dei saggi e non degli enti
conduttori, anche se se questi enti sono soggetti alle regole del mercato
dovranno di fatto spingere in qualche modo i probabili clienti a sceglierli.

E' per me evidente che il problema della garanzia di imparzialita'  di chi
giudica e' un problema vitale e quindi spero di leggere al piu' presto le
tue proposte.

grazie di esistere :-)

> Quello del sorteggio, addirittura dell'ente conduttore, è uno strumento
> proposto anche per le procedure ICANN.
>
> Io, che sono un liberista sfegatato, penso - invece - che dovrebbe essere
il
> mercato (e non il fato...) a determinare il successo degli enti
conduttori.
> Se introducessimo il sorteggio, infatti, accadrebbe, in virtù di una
banale
> regola statistica, che tutti gli enti avrebbero (in un periodo di tempo
> sufficientemente lungo) il medesimo numero di incarichi.
>
> Questa è, evidentemente, la negazione della concorrenza e del principio
del
> successo sul mercato degli operatori migliori.  Sarebbe come dire che la
> Dahiatsu deve vendere lo stesso numero di macchine della Fiat....
>
> Dico questo contro l'interesse di Arbitronline, che come tutti sapete mi è
> particolarmente caro..., dato che con il sorteggio sicuramente avremmo più
> incarichi.
>
> Forse il sorteggio potrebbe essere una buona idea per quanto riguarda la
> selezione dei saggi.  Per quanto riguarda Arbitronline, ente conduttore di
> cui io mi occupo, confesso che non abbiamo ancora trovato una soluzione
> soddisfacente.  L'idea era quella di nominare a turno tutti i saggi, ma il
> problema che si pone oggi è se l'ente conduttore può recedere
> unilateralmente dal rapporto con il singolo saggio... per aggiornare la
> propria lista.
>
> Ho qualche altra idea sul controllo di qualità degli enti conduttori e sto
> lavorando ad un progettino da proporre alla lista.
>
> A presto
>
> R. Roversi
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
> ----- Original Message -----
> From: "Ettore Panella" <box a starnet.it>
> To: "Riccardo Roversi" <rroversi a SLA.IT>; "Ignazio Guerrieri"
> <guelex a TIN.IT>; "Roberto Fantini Perullo - Agenzia ANSA"
> <roberto.fantini a ansa.it>; <ita-pe a NIC.IT>
> Sent: Friday, May 11, 2001 12:37 AM
> Subject: Re: solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato
> delComitato Esecutivo n. 33
>
>
> > At 14.56 10/05/01 +0200, Riccardo Roversi wrote:
> > >Su questo siamo d'accordo.
> > >
> > >Allora potremmo terminare questa discussione ed avviarne una nuova,
> relativa
> > >alle modalità di controllo della qualità del lavoro fatto dagli enti
> > >conduttori e dai saggi.
> >
> > Io non sono un legale ma un tecnico pero' ci sono delle cose che non
> > capisco e spero (poiche' in passato sicuramente sull'argomento si sara'
> > dibattuto parecchio) qualche anima pia possa farmi un sunto semplice
> semplice:
> >
> > Perche' il saggio e' scelto da un ente conduttore e non sorteggiato come
> > sarebbe piu' logico tra gli aventi titolo?
> >
> > Con il sistema attuale chi vuol fare una MAP sceglie l'ente conduttore a
> > cui versa un compenso e l'ente sceglie il saggio a cui versera' un
obolo.
> > Un Ente conduttore ha tutto l'interesse ad essere scelto da chi attiva
la
> > procedura di MAP ed un saggio ha tutto l'interesse ad essere scelto
> > dall'ente conduttore.
> >
> > Chi paga per attivare una MAP ha tutto l'interesse a scegliere gli enti
> > piu' "morbidi" penalizzando cosi' gli enti conduttori piu' seri.
> >
> > Gli Enti conduttori che hanno chiuso perche' lo hanno fatto per
> incapacita'
> > o perche' non scelti e perche' chi ha attivato le MAP non ha scelto
quegli
> > enti ma altri?
> >
> > Una categoria secondo me generalmente onesta (anche se le pecore nere
> > esistono dappertutto) e' quella degli arbitri sportivi(tutti ne sparlano
> ma
> > hanno generalmente torto, gli arbitri possono sbagliare visto la
> > difficolta' reale del loro lavoro ma generalmente non sono disonesti).
Per
> > evitare malintesi e sospetti (spesso gratuiti) la loro categoria ha
> > inserito il sorteggio, penso sia il caso di imitarli.
> >
> >
> > >
> > >Al proposito ho qualche idea:
> > >
> > >1) maggior controllo all'ingresso (verificando a priori la
disponibilità
> di
> > >risorse tecniche e umane adeguate, l'esistenza di un livello minimo di
> > >automatizzazione della procedura che garantisca tempi rapidi e
> trasparenza,
> > >l'assenza di conflitti di interessi dei saggi indicati, l'esistenza di
> > >procedure chiare per il reclutamento dei saggi);
> > >
> > >2) controllo sul livello di servizio (tempi di risposta, costo delle
> > >procedure, disponibilità di tools che facilitano l'utente nella
> compilazione
> > >del ricorso e nel controllo dello svolgimento della procedura);
> > >
> > >3) controllo sulla qualità delle decisioni.
> > >
> > >Altra proposta: controlliamo il numero degli enti conduttori
(continuano
> ad
> > >aumentare !!), eliminando - ad esempio - la possibilità per gli studi
> legali
> > >di chiedere l'autorizzazione (possibilità che, d'altro canto, viene
> negata
> > >anche ai consorzi....).
> > >
> > >A presto
> > >
> > >Riccardo Roversi
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >
> > >----- Original Message -----
> > >From: "Ignazio Guerrieri" <guelex a TIN.IT>
> > >To: "Riccardo Roversi" <rroversi a SLA.IT>; "Roberto Fantini Perullo -
> Agenzia
> > >ANSA" <roberto.fantini a ansa.it>; <ita-pe a NIC.IT>
> > >Sent: Wednesday, May 09, 2001 8:06 PM
> > >Subject: R: solo riassegnazione? non sono d'accordo Re: Comunicato
> > >delComitato Esecutivo n. 33
> > >
> > >
> > >> Riccardo Roversi ha scritto:
> > >>
> > >> [zip zip]
> > >> >Io ripeto che comprendo i problemi che vengono posti in tema di
> controllo
> > >> >della qualità degli enti conduttori e delle decisioni, ma non credo
> che
> > >> >l'idea di abolire (o limitare) le MAP sia quella corretta.
> > >> >
> > >> beh, mi riconoscerai almeno che il problema della verifica di
qualita'
> > >degli
> > >> EC non e'
> > >> proprio secondario, anche per decidere se e quali ulteriori poteri
> > >> riconoscere ai saggi....
> > >> e mi riconoscerai anche che non puo' certo dirsi che il problema non
> sia
> > >> attuale....
> > >> :-)
> > >> ciao
> > >> Ignazio
> > >> ----------------------------------------------------------
> > >> Avv. Ignazio Guerrieri
> > >> Via G. Nicotera, 29
> > >> 00195 - ROMA
> > >> E-Mail: guelex a tin.it
> > >> Tel.: +39-06-3217708;  Fax: +39-06-3223335
> > >>
> > >
> > >
> > ______________________________________________________
> >
> >
> > ______________________________________________________
> >
> >
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe