indipendenza dei saggi

Ettore Panella box a STARNET.IT
Sab 12 Maggio 2001 11:15:19 CEST


Faccio un po' il punto della situazione ed infatti ho cambiato l'oggetto
della mail in quanto non vi era piu' corrispondenza tra l'oggetto e
l'argomento.

A parte un malinteso (spero rientrato) sulle mie intenzioni mi sembra che
la discussione sia incanalata su binari costruttivi.

Poiche' scrivo utilizzando piu' computer (non e' un privilegio e' che sono
l'unico ad avere la postazione pronta al sacrificio quando occorre ed
infatti alcune mail avevano come mittente francesca perche' nella fretta ho
configurato male outlook non modificando completamente i dati presenti;
chiedo scusa!) non ritrovo tutte le mail inviate sull'argomento per cui non
posso essere preciso sui nomi.

la proposta di numero chiuso per gli enti conduttori non la trovo fattibile
perche' metterebbe la NA nella condizione di dover tenere fuori chi avrebbe
i titoli ma non rientra nel numero e viceversa fare i conti con chi e'
dentro e giustamente non vuole uscire per far posto ai nuovi. Vedo piu'
equa invece una moratoria di due anni per cui gli enti conduttori sono e
restano una decina in questo periodo di test del sistema.

Per quanto riguarda invece il rapporto tra EC (enti conduttori usero' in
futuro l'abbreviazione) e saggi la mia opinione da nuovo della lista e' che
inizialmente nel pensiero di chi ha creato il sistema EC e saggio
coincidessero poi per superare il problema perverso del giudice pagato dal
ricorrente cosa non ammessa nella nostra concezione della giustizia si sia
trovata la pezza a colori del saggio che pero' essendo scelto da EC non
risolve il problema ma allunga semplicemente la catena allontanando il
giudice dal ricorrente. Il sistema oltre a ricevere una crepa nella sua
credibilita' presenta un altro problema, ogni EC ha i suoi saggi e quindi
questi non e' detto che collaborino per cui casi analoghi possono avere
sentenze diverse (onestamente la cosa sarebbe preferibile evitarla),
inoltre non si capisce perche' EC debba avere l'onere se onesto , il
privilegio altrimenti di scegliere il giudice.
La mia idea e' che si stabiliscano quali competenze debba avere il saggio
(sicuramente legali e buona conoscenza del mondo Internet) ed ogni anno si
selezionino 10 saggi (non si deve poter avere piu' di due mandati
consecutivi)  e si chiarisca bene il ruolo , i compiti e i doveri degli EC
e in quali casi un EC debba essere cancellato.

Vorrei capire perche' ,come afferma Lapo, l'EC ha dovuto pagare 15 milioni,
questa cosa non la capisco (ovviamente non conoscendo gli antefatti ammetto
di essere ignorante in materia). gli EC fanno un servizio pubblico (non so
se la definizione sia giusta ma il senso e' questo)e debbono essere equi
sia con chi li paga che con chi subisce un ricorso. Poiche' (e qui ragiono
da imprenditore) gli ideali sono belli pero' l'imparzialita' ha un costo ,
questo costo e' tutto a carico degli EC.

Butto alcune pietre nello stagno e spero che persone piu' competenti di me
sviluppino i miei spunti di riflessione.

PER ALESSANDRO NOSENSO
ci tengo alle tue coronarie per cui ti prego di non leggere il prosieguo
della mia mail.

Ribadisco gli ideali sono belli ma hanno un costo che qualcuno paga, e'
bene che si sappia bene chi paga cosa
Proposta
10 saggi che percepiscono un mensile per la durata del mandato, non piu'
guadagno a ricorso. Obbligo per il saggio di collaborare con gli altri, di
aggiornarsi, di giudicare l'operato degli EC e proporre la loro
soppressione qualora non dessero le opportune garanzie di imparzialita' e
di offrire la propria esperienza alla NA al fine di migliorare le cose
migliorabili.
Sorteggio del saggio per ogni ricorso.
l'attuale costo del saggio va dato una parte agli enti conduttori e la
restante destinata ad abbassare il costo delle MAP che non dovrebbe mai
superare i 2 milioni ne' scendere sotto il milione e mezzo. Non sono ostile
ad una concorrenza tra EC basata anche sulla parcella

Dove trovare i soldi? Lo so che siete ostili pero' non puo' esistere il
fratello ricco e quello povero che fanno lo stesso mestiere. La RA e la NA
sono due facce della stessa medaglia e se la RA crede nel nostro lavoro non
puo' non comportarsi di conseguenza. in breve portiamo il costo dei domini
a 10000 lire (nessuno si suicidera' per 500 lire di aumento) in questo modo
si avrebbero per 400.000 domini una entrata di 200 milioni che bastera' per
pagare i saggi e i vari rimborsi spese necessari al CE e alla NA per lavorare.

Dalle mie parti si dice senza soldi non si cantano messe

problemi ancora aperti
chi seleziona i saggi
come si selezionano i saggi
varie ed eventuali

facciamo un gioco?  :-)

Scriviamo una mail (magari comincia Riccardo Roversi che ha gia' iniziato
ad elaborare un progetto) con delle proposte sull'argomento e nell'oggetto
un numero. Ognuno di noi che vuole intervenire  non fa reply ma un copia e
incolla su una nuova mail aggiungendo la propria proposta o il proprio
commento secondo questo ordina proposta a seguire i commenti e nell'oggetto
della mail si aumenta di 1 il numero in modo da sapere sempre qual'e' la
versione piu' aggiornata. E' vietato insultare, e' vietato ripetere cose
gia' dette ed e' vietato dire sono favorevole o contrario cosa che faremo
in una seconda fase. Alla fine avremo sulla questione un quadro completo
sulle proposte di tutti quelli che avranno aderito all'iniziativa con
relativi commenti e chi preparera' delle proposte omogenee sull'argomento
avra' comunque un punto di riferimento utile.

Saluti a tutti
______________________________________________________


______________________________________________________



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe