domini .IT disponibili

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mer 16 Maggio 2001 17:26:19 CEST


E' sempre la solita storia, sempre i soliti argomenti demagogici !!!

Chi ti ha detto che esistono 10.000 nomi registrati abusivamente ?
Potrebbero essere solo 10, oppure essere addirittura qualche centinaio di
migliaia.

MA NON E' QUESTO IL PUNTO !!!!

I nomi importanti sono quelli per cui almeno due parti al mondo abbiano,
nello stesso momento, un serio interesse (economico, culturale, sociale o
semplicemente personale).

Rispetto a quei nomi, e soltanto a quelli (perchè degli altri non frega
niente a nessuno, se non all'imbecille che li ha registrati), si pone un
problema di repressione dell'abuso, perchè solo rispetto a quelli esiste IN
CONCRETO l'abuso.

Ebbene, rispetto a quei nomi le PDR rappresentano la risposta più efficiente
disponibile in questo momento sul mercato italiano.  I giudici civili sono
quello che sono..., il comitato di arbitrazione non ha dato alcun risultato
e, quindi, non restano che le PDR.

D'altro canto, il fatto che UDRP di ICANN abbia avuto il successo che ha
avuto (e sta ancora avendo) rappresenta un chiaro indizio della bontà
dell'idea (non nuova, ma volutamente copiata) che sta dietro le PDR.

Se vogliamo ricominciare a parlare del costo delle PDR, allora ti chiedo di
informarti sull'entità del fondo spese che qualsiasi avvocato ti chiederebbe
per avviare un qualsiasi tipo di procedimento (d'urgenza o ordinario) in
relazione ad un dominio....

Buona giornata

R. Roversi



----- Original Message -----
From: "Paolo Furieri" <furieri a ntc.it>
To: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Wednesday, May 16, 2001 4:48 PM
Subject: Re: domini .IT disponibili


> NO ! le PDR non sono uno strumento efficace. sono una "foglia di fico".
Fino a
> che le deve pagare chi ricorre, indipendentemente dal fatto che abbia
ragione
> o torto, e che ogni nome richieda una PDR, per cui chi ha 10000 nomi ha la
> certezza che non ricevera' 10000 PDR (sono state meno di 100 in tutto o
> sbaglio ?), non si e' fatto assolutamente nulla di efficiente.
>
> le PDR non sono neppure servite a calmierare i prezzi. L'abbassamento dei
> prezzi di vendita da parte di chi fa questo tipo di commercio e' dovuto ad
> altro, tant'e' vero che i commercianti di nomi non li hanno messi a
799.999 o
> dintorni, come sarebbe stato logico, ma a 100.000 o meno. e cio' e' dovuto
al
> fatto che gli sono rimaste le "sole" (con la O aperta), non alle PDR.
>
> --
> Paolo Furieri - Amministratore di sistema Netcom
> Tel 0575 380590 - Fax 0575 981701
>
> On Wed, 16 May 2001, Riccardo Roversi wrote:
>
> > NA può soltanto agevolare la reazione, fornendo al mercato gli strumenti
per
> > reprimere gli abusi.  Da questo punto di vista le PDR rappresentano uno
> > strumento molto efficiente: sono economiche, sono rapide, sono
> > autoesecutive.
> >
> > L'unico problema con le PDR, problema che stiamo vivendo in questi
giorni
> > anche sulla lista, è quello del controllo sull'operato degli enti
> > conduttori, dei saggi e sulla qualità complessiva dell'intervento che NA
/
> > RA hanno demandato ad essi.
> >
> > L'altro giorno ho annunciato un mio intervento organico sulla questione.
> > Sto ancora lavorando e spero di essere in grado di far circolare la
prima
> > bozza entro l'inizio della prossima settimana.
> >
> > Sono convinto che, con un leggero incremento del livello dei controlli
sugli
> > enti conduttori, potremo contare davvero sulle PDR come strumento di
> > repressione degli abusi.
> >
> > A presto
> >
> > Riccardo Roversi
> >
> >
> >
> >
> >
> > ----- Original Message -----
> > From: "Roberto Fantini Perullo - Agenzia ANSA" <roberto.fantini a ansa.it>
> > To: <ita-pe a NIC.IT>
> > Sent: Wednesday, May 16, 2001 4:19 PM
> > Subject: Re: domini .IT disponibili
> >
> >
> > > Ma non mi hai detto se TU sei d'accordo oppure no.
> > > Oppure quanti potrebbero essere d'accordo su un provvedimento del
genere.
> > >
> > > Roberto.
> > > RFP - ANSA.
> > >
> > > ----- Original Message -----
> > > From: "Riccardo Roversi" <rroversi a sla.it>
> > > To: "Roberto Fantini Perullo - Agenzia ANSA"
<roberto.fantini a ansa.it>;
> > > <ita-pe a NIC.IT>
> > > Sent: Wednesday, May 16, 2001 4:06 PM
> > > Subject: Re: domini .IT disponibili
> > >
> > >
> > > > Esatto...
> > > >
> > > > nessuno (o, quanto meno, pochissimi) sono d'accordo con questa
proposta
> > > >
> > > >
> > > > ----- Original Message -----
> > > > From: "Roberto Fantini Perullo - Agenzia ANSA"
<roberto.fantini a ansa.it>
> > > > To: <ita-pe a NIC.IT>
> > > > Sent: Wednesday, May 16, 2001 3:50 PM
> > > > Subject: Re: domini .IT disponibili
> > > >
> > > >
> > > > > Domanda:
> > > > > Se le regole di naming prevedono che il nome a dominio e'
assegnato in
> > > uso
> > > > e
> > > > > non "venduto", perche' non esistono sanzioni (in verita' nelle
regole
> > di
> > > > > naming non esistono sanzioni per nessuna violazione di regole....!
> > C'e'
> > > il
> > > > > regolamento ma chi lo viola non e' punibile...!), dicevo: perche'
non
> > > > > esistono sanzioni per chi accaparra domini per rivenderli? Una
> > sanzione
> > > > > "non-sanzione" potrebbe essere quella, per esempio, di obbligare
> > > > > l'accaparratore a cedere il dominio allo stesso prezzo
> > > dell'assegnazione,
> > > > > tariffa RA. Tanto so benissimo che nessuno e' d'accordo su
questo...
> > > > eppure
> > > > > sarebbe cosi' semplice!
> > > > >
> > > > > Ciao.
> > > > >
> > > > > Roberto Fantini Perullo - ANSA
> > > > >
> > > > > ----- Original Message -----
> > > > > From: "Raimondo Bruschi" <raimondo a BRUSCHI.COM>
> > > > > To: <ita-pe a NIC.IT>
> > > > > Sent: Wednesday, May 16, 2001 11:13 AM
> > > > > Subject: Fwd: domini .IT disponibili
> > > > >
> > > > >
> > > > > Penso che tutti lo stiamo ricevendo, spudoratamente pazzesco:
> > > > >
> > > > > >From: <domini a polissrl.it>
> > > > > >To:
> > > > >
> > > > > ometto l'elenco visibile dei destinatari..manco sanno cosi siano
le
> > > minime
> > > > > basi della tutela della privacy e cosa sia lo spam
> > > > >
> > > > > >Subject: domini .IT disponibili
> > > > > >Date: Wed, 16 May 2001 11:02:10 +0200
> > > > > >X-Mailer: Microsoft Outlook Express 5.00.2919.6600
> > > > > >
> > > > > >Spett./. Ditta
> > > > > >
> > > > > >Sul sito www.dominioassoluto.it  in vendita 20,000 domini
composti da
> > > una
> > > > > >sola parola in lingua italiana con desinenza .IT
> > > > > >
> > > > > >Distinti saluti
> > > > > >Polis Srl
> > > > > >
> > > > > >**       **
> > > > > >La informiamo che non ci saranno ulteriori comunicazioni di
questo
> > tipo
> > > e
> > > > > >che il suo indirizzo di posta è stato acquisito liberamente da
> > Internet
> > > > > non
> > > > > >verrà utilizzato per altri scopi. Per l'eliminazioni del suo
> > indirizzo
> > > di
> > > > > >posta dal ns database la preghiamo di inviarci una email a
> > > > > >domini a polissrl.it con in oggetto.: Elimina
> > > > >
> > > > > bye
> > > > > --
> > > > > <mailto:raimondo a bruschi.com>Raimondo Bruschi
> > > > > Mobile +39 348.9111250
> > > > > Fax to E-mail +39 02.700430525
> > > > > Ufficio +39 030.2967.211
> > > > > Fax Ufficio +39 030.2967.888
> > > > > Fax Mobile +39 348.9111259
> > > > > ICQ UIN 17858453
> > > > >
> > >
> >
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe