Re: conferma lettimità!! di che????

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Mer 21 Nov 2001 18:14:05 CET


On 21 Nov 2001 at 17:17, Daniele Cicalò wrote:
> Ho letto l'intervento del dr. Fogliani e ricollegandomi alle mie varie
> polemiche vorrei capire se sono io che essendo poco più che analfabeta
> faccio fatica a spiegarmi, o se in generale su questo tema si vuol far
> capire qualcosa che non è a chi come me è poco esperto di
> giurispudenza.

Sono io che non ricevo la posta o mi sembra che questo sia il primo messaggio su questo
argomento.
Non capisco il riferimento a polemiche che mi devo essere perso cosi' come l'intervento dell'Avv.
Fogliani citato.

> L'omologa citata della conferma di legittimità se non erro, è legata
> ad'un procedimento di arbitrariato consensuale accettato con firma al
> momento della sotToscrizione della lettera di AR. E NON AD UN
> PROCEDIMENTO IMPOSTO DA UNA PARTE E SUBITO DA UN TERZO.

Con la firma della lettera di assunzione di responsabilita' chi registra un nome a dominio dichiara
di accettare le regole di naming che, fra l'altro prevedono la procedura di riassegnazione.
Naturalmente tale procedura non deroga alla competenza dell'Autorita' Giudiziaria e quindi Lei
potra' sempre e comunque far valere i Suoi diritti davanti al Giudice. Certo il ricorso al Giudice e'
meno rapido e piu' costoso di una procedura di riassegnazione e questo spiega il frequente
ricorso a questa procedura. Non dimentichi che il precedente Ministro della Giustizia ha sempre
auspicato la soluzione di dispute tramite procedure esterne ai Tribunali. Nel caso specifico non si
tratta di arbitrato ma di procedura amministrativa quindi ancora piu' accettabile specie se "subita"
da una parte.
Del resto se "l'altra" parte Le avesse fatto una causa civile Lei avrebbe "subito" allo stesso modo
la decisione unilaterale di agire nei Suoi confronti esattamente come la procedura amministrativa
con la differenza che in ques'ultimo caso Lei non paghera' nulla di procedura amministrativa
mentre in caso di vertenza civile potrebbe anche essere condannato a pagare le spese. (cosa che
mi auguro non accada).

> Quindi come già da me evidenziato solo con accettazione di entrambe le
> parti.
> Quanto prima mi rivolgerò ad un organo legale competente al fine di
> capire se quanto da me e da altri subito è regolare. Chi mi obbliga a
> subire una " procedura amministrativa " NON CONCORDATA. Il fatto che
> la linea tenuta dalla lista sia omogeneo non vuol dire che sia la
> luce. Vi ringrazio comunque di accetare tutto ciò che dico, e di
> renderlo pubblico, cosa che devo dire da un senso di libertà. LIbertà
> propria di quello che dovrebbe essere INTERNET.

Non si tratta di "una lista" ma di un contratto che Lei ha firmato con la Lettera di Assunzione di
Responsabilita' . Le opinioni che circolano in lista non modificano i Suoi diritti che, come ripeto,
potra' far valere in Tribunale senza meno aiutando se non altro un paio di avvocati a passare un
piu' felice natale. :-)
Per il resto in termini generali Lei sapra' che la giustizia non e' di questo mondo (ne' di altri
purtroppo) e ci si deve accontentare quindi di limitare i danni.
Saluti cordiali.

Alessandro Nosenzo



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe