Colpirne uno per educarne cento...

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 26 Nov 2001 14:10:01 CET


Condivido al 100% e non riesco a rimanere calmo quando si tratta di spam.
Purtroppo per varie ragioni la NA non ha approvato alcuna definzione di spam (nonostante il
tentativo di alcuni membri) ed inoltre in questa lista sono diverse le opinioni di cosa sia spam.
Il risultato e' che in realta' la revoca del nome a dominio non e', secondo il mio parere, possibile e
mai la RA si assumerebbe questa responsabilita' (non c'e' nulla da guadagnarci del resto) :-)
Credo che il compito sia del provider e del maintainer del nome a dominio che dovrebbero, dopo
aver accertato l'abuso, oscurare il sito, cosa che avviene regolarmente in altri Paesi su semplice
segnalazione di una vittima dello spam.
Ma non ti fare illusioni c'e' chi considera lo spam una cosa gradita quasi quanto la guerra. :-(
Saluti.

On 26 Nov 2001 at 13:47, Gian Carlo Ariosto wrote:
> L'esempio è la migliore scuola: ora, ci troviamo davanti ad un caso
> esemplare. Un mese fa, ricevevo uno spam veramente fastidioso: una
> e-mail pubblicitaria non richiesta né autorizzata, con attachment
> .doc, grosso e non compresso, inviatami per ben 7 volte. Mi sentivo in
> vena di generosità, e mi limitavo quindi a diffidare formalmente il
> mittente da ogni ulteriore invio. Ieri, secondo attacco: ben 29
> (dicesi VENTINOVE!) mail pubblicitarie identiche, formalmente NON
> autorizzate, in formato HTML ma fortunatamente senza attachment...
> Poichè lo spam viene da un dominio .net, formalmente non c'entreremmo,
> ma, qui sta il punto, la pubblicità riguarda un sito su nome a dominio
> .it, quindi c'entriamo benissimo. A mio parere, la situazione
> descritta giustifica pienamente la revoca d'ufficio del nome a dominio
> .it pubblicizzato nello spam, per grave violazione delle regole di
> Netiquette, che l'admin-c ha accettato firmando la lettera di AR. So
> benissimo che poi se lo registrerebbe di nuovo, ma almeno gli
> servirebbe da lezione...



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe