Colpirne uno per educarne cento...

MBTLC assoprovider a MBTLC.IT
Mer 28 Nov 2001 12:51:30 CET


Ciao,

A suo tempo avevo proposto qualcosa del genere:

        Se esiste uno spamm che pubblicizza un URL
sotto un dominio .it allora si obbliga il gestore del
sito a pubblicare a detto URL un messaggio contro lo
spam in diverse lingue. (magari un modello per tutti
uguale, senza java o cose simili, che rimanda ad un
approfondimento su un sito sotto il dominio nic.it)

        In questo modo non si toglie il dominio che
potrebbe essere troppo, si fa pubblicita' progresso
e se q.no pubblicizza un URL per fare un dispetto puo'
essere rintracciato e il gestore del dominio puo'
rivalersi su di lui per eventuali dani economici e...
(forza avvocati! a voi le idee: danni di immagine e
simili).

        Se il dominio pubblicizzato non e' .it allora
noi non ci possiamo fare niente!

        Se l'ADMIN-C si rifiuta di pubblicare la pagina
si puo' prendere in considerazione la revoca o la
sospensione o la galera o la frusta o le bombe o la
fucilazione o..... Ma non siamo estremisti vero?

        In questo modo non converrebbe pubblicizzare un
indirizzo perche' potrebbe essere un danno di immagine e
avremmo risolto il problema all'origine.


Ciao
Picchio

--
Picchiottino Roberto
Monte Bianco TLC
st. Entreves, 23 11013-Courmayeur (AO)
mailto:picchio a mbtlc.it http://www.mbtlc.it/



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe