R: Dimissioni dal CE

Ignazio Guerrieri guelex a TIN.IT
Mar 18 Set 2001 17:08:56 CEST


>Penso invece che la sola cosa giusta che tu e vittoria possiate fare e'
>quella di RIMANERE nel CE, visto le attivita' che avete svolto e l'ottimo
>contributo che avete dato.
>
>Credo che la vostra decisione invece di dare contributi, possa solo
>rovinare il lavoro fatto sinora, certamente non facile, che si sta
>costruendo.
>
Claudio, non voglio fare polemiche chiassose, ma dovresti spiegarmi quale
sarebbe tutto questo lavoro (alludo ovviamente alla revisione dello statuto,
o al voto elettronico) che Vittorio ed io dovremmo rovinare.
O forse abbiamo improvvisamente perso il senno, e abbiamo erroneamente
creduto che il CE, da giugno in poi, fosse caduto in un coma profondo,
mentre invece stava lavorando alacremente?
Quanto tempo era che stavamo cercando di stimolare la ripresa di un
dibattito costruttivo? Quanti nostri messaggi in questo senso sono caduti
nel vuoto?
Se pensi che abbiamo preso una decisione simile a cuor leggero, perdonami ma
sei proprio fuori strada.
E, a prescindere dalle nostre dimissioni, la situazione della NA e' a nostro
avviso giunta ad un punto tanto critico da ESIGERE una profonda ed immediata
riflessione da parte di tutta l'assemblea; questo, e soltanto questo, con il
nostro gesto auspicavamo di ottenere.

>Mi risutla che vi sono attivita' in corso, che avete una riunione a
>breve, che nel CE stia inserendosi anche "nuova linfa" con l'incarico
>ufficiale di rappresentare il Governo (grazie al lavoro che sta venendo
>fatto per allacciare contatti sempre piu' stretti con loro ed evitare
>nuovi "casi di guerra"), e quindi il modo con cui ritengo che si
>affrontino i problemi di "lentezza" non e' certo quello di "lasciar
>perdere". Se io avessi adottato questa filosofia, me ne sarei andato gia'
>da molto tempo, ma non lo ho fatto perche' considero necessario far
>andare avanti le cose, anche quando sembrano immobili e non risolvibili.
>
come fanno ad andare avanti se sono immobili?
:-)
a meno che, ripeto, a Vittorio e a me non sia inopinatamente passata
inosservata una frenetica attivita' della quale non ci saremmo minimamente
accorti (per esempio, non mi risulta ancora convocata nessuna riunione, al
contrario di quello che tu dici).

>Quindi vidicon una cosa sola: se volete che le cose funzionino, rimanete
>li dove siete.
>
grazie per questo che mi piace considerare un attestato di stima :-), ma non
credo sia cosi'; il senso del mio messaggio di dimissioni penso sia
abbastanza chiaro per chiunque voglia leggerlo cum grano salis.

>Mi dispiace inoltre che non abbiate minimamente espresso queste vostre
>riflessioni, nemmeno in privato, con il sottoscritto, che forse poteva
>darvi qualche suggerimento in piu'.
>
qui posso ovviamente rispondere soltanto per quanto riguarda me soltanto, e
ti dico che mi dispiace sinceramente di averti contrariato, ma non mi puoi
negare che fosse gia' un po' di tempo che (anche in privato) stavo
scalpitando per via della situazione che si era creata; pensavo che un po'
te l'aspettassi, veramente....

credo comunque di interpretare anche il pensiero di Vittorio, nel
sottolineare che la fiducia concessaci dall'assemblea non puo' essere intesa
come un mandato in bianco che ci autorizzi ad agire (o meglio a non agire)
senza mai riferire in alcun modo sullo "stato dell'arte"; e se abbiamo
deciso di dimetterci, e' soltanto perche' ci siamo entrambi convinti che
andare avanti in questo modo avrebbe per noi significato disattendere questa
fiducia.
se un dubbio e una preoccupazione devono sfiorarci, e' piuttosto quello di
esserci mossi soltanto adesso.
Ignazio
----------------------------------------------------------
Avv. Ignazio Guerrieri
Via G. Nicotera, 29
00195 - ROMA
E-Mail: guelex a tin.it
Tel.: +39-06-3217708;  Fax: +39-06-3223335



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe