Proposta operativa

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Ven 21 Set 2001 03:11:47 CEST


Visto che intravedo un percorso da 'terra di nessuno' per quanto riguarda il da
farsi mi permetto di fare una proposta operativa (a tutti, non solo ai vertici)
che spero venga almeno valutata.

Il punto sta nel 'chi', sulle regole e procedure, 'prende le decisioni e come'  e
ritengo si stiano debolmente profilando tre ben distinte correnti di pensiero.

1) Un policy board interno a RA a cui partecipano esterni a RA con funzioni
piu o meno di rappresentanza diretta di 'gruppi di interesse' esterni (utenza,
ISP etc)

2) Un policy board esterno a RA in cui le decisioni vengono prese da un
gruppo ristretto dei partecipanti al policy board.  (La NA corrente)

3) Un policy board esterno a RA in cui le decisioni vengono prese
direttamente dai partecipanti al policy board in forma collegiale ed
assembleare.

Propongo che si formino tre gruppi distinti che abbiano l'obiettivo di
predisporre un elaborato di dettaglio per ciascuno dei tre modelli decisionali
in discussione e con la piena facolta' dei membri nel contribuire al 'filone' che
ciascuno membro sente piu' vicino al proprio modo di pensare.
(Con uno/due chair (stile workgroup IETF) che sommarizzino i contributi in
un elaborato finale)
Dandoci un termine di tempo finito, avremo quindi tre proposte 'concrete ed
articolate'  e chiederemo ad RA la valutazione dei modelli decisionali
chiedendo di esprimere un loro parere in termini di classifica di preferenza.
A questo punto, potremo procedere ad una votazione assembleare ed
esprimere le nostra scelta. In tal modo potremo essere sicuri da ambo le
parti, noi e la RA, chi vuole cosa e come. Se le posizioni saranno
inconciliabili allora bisognera' prenderne atto serenamente da ambo le parti
ma almeno le posizioni saranno basate su modelli chiari e ben specificati e
non su opinioni di 'pelle' e sul vago andante con un sacco di  'sarebbe meglio
se'....'  loro vorrebbero che... invece noi preferiremmo che.....' e simili...

Che ne pensate ?

Cordiali saluti
Giorgio Griffini

PS. Aldila' delle ostilita' alla 'straordinarieta' o meno di una assemblea credo
che sarebbe un bel passo in avanti riuscire almeno a decidere (in assemblea
possibilmente) di attuare un piano di lavoro simile.
Il mio personale orientamento verso il modello 3 penso sia abbastanza
evidente e mi offro sin d'ora volontario per lavorare ad un modello di dettaglio
in tal senso.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe