R: commenti alla proposta di Bruno Piarulli

Paolo Zangheri paolo.zangheri a ALTAIR.IT
Ven 21 Set 2001 08:46:04 CEST


Pierfranco Bini wrote:


>>2) La RA ne ha abbastanza della NA e vuole riprendersi cu˛ che ha
>>concesso. E lo vuole fare SENZA assumersene la responsabilitÓ (as
>>ususal). Forse la mia formazione orientata la mercato (per
>>contrapposizione ad una accademica) mi fa considerare la parola
>>"irresponsabile" un insulto e non un idilliaco stato della mente...
>>
>
> Questo non lo capisco: a me sembra che, finalmente, le decisioni e le
> responsabilita' conseguenti convergano sul registro. A cosa ti riferisci?

Non mi pare che la RA stia per cancellare la NA, a me sembra che con un
abile serie di azioni diplomatiche su pi¨ fronti, stia cercando di
convincere la NA a suicidarsi.

La RA non vuole assumersi la responsabilitÓ circa il suo operato in
quanto registro, e per questo si batte per l'abolizione della LAR da sempre.

Non mi risulta che la RA abbia pubblicamente, e nei confronti di
chicchessia (mi riferisco in particolare di ICANN o del comitato dei
contributori [bella definizione per quella che dovrebbe essere la
controparte con potere contrattuale prevista dal disegno di Bruno]).

Mi pare (ma sposso sbagliare, diritto/dovere di tutti gli ignoranti) che
attualmente la RA abbia affidato l'incarico e la RESPONSABILITA' di
decidere per un policy board interno al CE, ad una NA facilmente
pilotabile, ma NON ad un azione in prima persona.

Non Ŕ un mistero che la RESPONSABILITA' non sia una caratteristica
peculiare della pubblica amministrazione, per cui perchŔ stupirci se le
ottime persone che gestiscono la RA cerchino di evitarla.

Ribadisco il mio pensiero, se la RA vuole creare un policy board
interno, cancellare l'esperienza della NA, lo faccia in prima persona,
prendendosene il merito e l'evenutale colpa.

Paolo Zangheri



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe