R: commenti alla proposta di Bruno Piarulli

Pierfranco Bini bini a FASHIONWEB.NET
Lun 24 Set 2001 15:29:26 CEST


> E tu continui a rispondere ai miei insulti (confermo che si trattava di
> insulti) con degli altri insulti (ma a te piace essere il primo
> della classe
> e quindi non si possono definire insulti, ma "precisazioni").
Ok, grazie della conferma.
Pero' a me (che faccio il primo della classe) non piace essere insultato,
perche' penso si possa discutere in altro modo. E se vengo insultato,
sopporto un po' e poi, ahime', rispondo. Ma veniamo al merito.

> Il punto, e spero questa volta di essere sufficientemente chiaro, Ŕ la
> mancanza di informazioni alla lista.
>
> Il CE ha concepito un progetto di ristrutturazione che, nella sostanza, Ŕ
> liquidazione di NA e creazione di un organo collegiale
> all'interno di RA che
> dovrebbe assumere le funzioni giÓ appartenute a NA.
NO!!!!! NON E' VERO!!!
Il CE non ha concepito alcunche'. Mi spiace ma non so piu' come ripeterlo.
Dal momento in cui si e' cominciato a parlare di revisione dello statuto,
c'e' stata una proposta di Vittorio Bertola e un documento preliminare della
RA, che poi e' diventato quello che il prof. Denoth ha postato venerdi'
scorso.

> Come la chiami questa tu ?  liquidazione, trasformazione, scioglimento ?
> Chiamala come ti pare, ma il punto incontestabile Ŕ che il CE,
> senza averne
> i poteri (e sottolineo questo aspetto), sta disponendo dei diritti dei
> singoli associati.  Questi ultimi, se lo desiderano, possono sciogliere
> l'associazione quando vogliono, ma devono essere messi nella condizione di
> esprimere la loro volontÓ, il che - ad oggi - Ŕ stato loro impedito.
NO!!! E' contestabilissimo, invece: mi spiace che tu faccia finta di non
sentire, ma il CE non ha deciso nulla, altrimenti avresti visto un
comunicato, e ci sarebbe stato il solito meccanismo di veto ecc. ecc.

Come mostra il dibattito in lista, nel momento in cui la RA ha preso
posizione ufficialmente, la lista ha cominciato il dibattito sulla PROPOSTA
(perche' di questo trattasi) della RA.

Nessuno impedisce niente a nessuno. Se ritieni che il CE stia disponendo dei
diritti dei singoli associati, mostrami come e dove. Ma non con delle
illazioni, con dei fatti, per favore, altimenti continuiamo il dibattito che
e' meglio.


> Altro aspetto critico: il CE, il quale - come ho detto - sta
> progettando una
> operazione che non ha i poteri di realizzare, ha evidentemente
> trattato con
> RA il contenuto di questa operazione (la circostanza Ŕ confermata da
> svariati messaggi alla lista di componenti del CE).
Una cosa e' vera, che lo hai detto TU.
Nessuno tratta nulla di nascosto: se trovi che lo scambio di opinioni
limitato ai membri del CE sia da evitare, proponi pure che si elimini la
lista exec, o che la si apra a tutti, altrimenti accetta che di certe cose
si discuta tra noi prima che in lista. Non e' una regola, certo, ma puo'
succedere.

> Quanto sopra integra una responsabilitÓ ancora pi¨ intensa dei componenti
> del CE, i quali potrebbero addirittura essere accusati di compiere atti in
> situazione di conflitto di interessi.  Mi spiego perchŔ non ho nessuna
> intenzione di essere indiretto: come ho affermato nei miei precedenti
> messaggi, potrebbe anche capitare che qualche componente del CE venga
> nominato nel Policy Board, acuendo la sensazione che questa
> trattativa poco
> trasparente sia stata condotta avendo in mente la tutela dell'interesse
> personale e non quello dell'associazione NA nel suo insieme.
Scusa ma di quali interessi vai parlando? Abbiamo capito tutti che accusi il
CE di trame oscure ma non riesco a capire il piano che avremmo (avrei?)
congegnato.
Qualsiasi decisione del CE viene pubblicata ed e' oggetto di veto, cosa mai
potremmo fare fuori dal controllo della NA?

> In conclusione, il comportamento tenuto da CE Ŕ dilettantesco e sono
> personalmente lieto di potermi prendere il merito (oltre ai tuoi
> insulti e a
> moltre critiche) di essere stato tra i primi a denunziare lo
> strano silenzio
> del CE.
Comunque chiedi agli ex-dilettanti Bertola e Guerrieri se abbiano mai
subodorato trame di sorta, cosi' se non ti fidi della mia parola, magari a
loro crederai...


In ogni caso chiedo scusa per gli insulti (quali? vabbe', fa niente...) e
attendo le tue di scuse.
Che il CE non sia popolato di esseri infallibili, non c'e' dubbio, ma e'
troppo chiedere che si discuta senza invettive?

Buon pomeriggio,

Pierfranco Bini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe