Il documento della RA

Control C master a CHIARI.NET
Mer 26 Set 2001 00:38:22 CEST


Mario,

forse tu hai la ***ragione***, ma sul punto Claudio Allocchio ha senz'
altro la ***ragionevolezza***.

E con tutto il tuo inguaribile ottimismo riconoscerai che le mitiche
"rispettive ricostruzioni storiche" sono STORICAMENTE servite una
qualche dozzina di volte a promuovere pure macelli per nulla
metodolodici.

E' piu' forte di me,  ci vedo sempre piu' rischi che vantaggi - non mi
fido degli  Appassionanti Dibattiti Su Come E Perche' E (gratta gratta)
Soprattutto Per Colpa Di Chi Siamo Arrivati A Questo Punto.

Nessun consolatorio Nemico risolvera' uno solo dei miei problemi.

Stiamo alle PROPOSTE, perche' se la dialettica NA va in loop  questa
volta, bisogna fare come si fa in informatica.

Resettare.

A Mario Chiari, il piu' inguaribile organizzatore della comunita'
internet italiana, un abbraccio da

Giorgio Giunchi



chiari mario wrote:
>
> Claudio, All,
>
> un paio di commenti nel metodo
>
> At 11.20 24/09/01 +0100, Claudio Allocchio wrote:
>
> >
> >Propongo quindi banalmente di "ignorar [le premesse del documento della
> RA]  come si ignora una qualsiasi
> >opinione di parte", limitandosi a considerare la parte di proposta operativa.
>
> Ni, perch? Intendimi bene, non dico questo per amore della polemica. Ma -
> da inguaribile ottimista - nella speranza che si possa arrivare, esponendo
> in modo dettagliato e confrontando le rispettive ricostruzioni storiche - a
> una versione sufficientemente condivisa, o almeno a una precisazione dei
> punti di accordo e quelli di disaccordo. Da (perlomeno) questo punto di
> vista, il Documento della RA  un fatto positivo.
>
> >
> >La premessa era molto meglio che venisse espressa nel dibattito
> >e non dentro un documento per il quale sembra soltato che la proposta
> >operativa discenda dalla premessa stessa.
>
> non capisco la distinzione tra 'nel dibattito' e 'dentro un documento'. Ci
> si pu esprimere nel dibattito producendo un documento. Semmai sono alcuni
> toni perentori nei documenti e/o nel dibattito che non aiutano.
>
> >
> .... dal momento che sono una persona pratica preferisco
> >prendere le cose pratiche e lasciare al tempo che trovano le altre
> >cose.
>
> Qui credo che sbagli. Alcuni aspetti delle questioni rimandono
> indubbiamente a necessari chiarimenti 'teorici'. Prima ognuno mette in
> campo le proprie, anche preliminari, riflessioni, meglio .
>
> ciao mario



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe