ESEMPIO

Riccardo Roversi rroversi a SLA.IT
Mer 26 Set 2001 15:31:52 CEST


Buona giornata

Vorrei esporre a tutti un esempio di un problema di rapporti tra RA (quale esecutore delle regole) e le regole scritte da NA.

Un tizio chiede che sia apposto il valore contestato ad un dominio.

Poi si dimentica di rinnovare la contestazione entro i sei mesi e RA elimina il valore contestato.

Il tizio a questo punto ha deciso di avviare una procedura di riassegnazione, ma scopre che è condizione di procedibilità l'apposizione del valore contestato.

Chiede nuovamente che RA apponga tale valore al dominio in questione e si vede opporre un rifiuto.

La controversia è considerata "risolta" ai sensi dell'art. 14.4 delle regole di naming e non si può apporre nuovamente il valore contestato tra le stesse parti.

L'art. 14.3, però, sembra affermare il principio per cui - fermo quanto previsto dall'art. 14.4 - RA ha sempre l'obbligo di apporre il valore contestato in presenza di un giudizio ordinario (al quale è ovviamente equiparato il giudizio arbitrale) o di una procedura di riassegnazione.

Le due norme sono in conflitto.

Tuttavia credo che sia possibile comporre il conflitto ragionando come segue:

- lo spirito delle due norme sembra essere il seguente: non ci si può divertire ad apporre il valore contestato, ma si deve essere seriamente intenzionati ad avviare una procedura per la risoluzione della controversia, se non è così RA tutela il titolare e considera risolta la controversia;

- tuttavia, l'art. 14.3 sembra essere una norma eccezionale, che dice che - in presenza dell'avvio concreto di una procedura - allora il principio di cui sopra deve intendersi derogato e RA deve comunque apporre il valore contestato;

- se non si ragiona così, allora si dovrebbe affermare che l'art. 14.4 ha abrogato l'ultima parte dell'art. 14.3, il che è palesemente assurdo.

Conclusione, le regole di naming sono perfettibili, ma con un po' di collaborazione i problemi si possono risolvere.

Se, invece, ci si trincera dietro una interpretazione rigidissima (per evitare le solite cause che RA subisce a milioni per centinaia di miliardi di valore), allora non ne usciremo mai.

Riccardo Roversi


--------------------------------
Riccardo Roversi
Abbatescianni e Associati
Corso di Porta Vittoria 28 - 20122 Milano

Tel +390254131722 Fax +390255014830
Mobile +393356962583
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://listsrv.nic.it/pipermail/ita-pe/attachments/20010926/ee547776/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista ita-pe