Seccature...

Griffini Giorgio grunz a TIN.IT
Dom 7 Apr 2002 15:38:48 CEST


Rispondo alla richiesta di G.Giunchi.

> Sulle considerazioni personali, ti rispondo in account riservato ... In
> questa mailing list ti chiedo: se  sia  a noi conveniente o meno gestire
> la nostra assemblea tenendo bene stretti in mano i progetti formalizzati
> di governo della rete, progetti per tua stessa considerazione imminente
> edizione.
>

Se si parte dal presupposto che una discussione proficua su qualsivoglia
argomento (in questo caso il famigerato 'draft del mistero') si possa fare solo
in una assemblea fisica allora questa lista non ha senso di esistere e a
maggior ragione e' necessario fare una assemblea anche per dirimere quelle
questioni che sembrano diventate irrilevanti  come ad esempio:
avere un CE a ranghi completi, la revisione dello statuto, strumenti di
garanzia per far fronte ad un CE che non decide, pluralita' di rappresentanza
e potere decisionale assembleare piu' diretto magari anche in forma
elettronica...
Basta solo mettersi d'accordo, e se cosi' e' ... allora smontiamo baracca e
burattini (CE,elezioni, cariche, proposte formali ,statuto etc.) e torniamo alle
origini dove le decisioni si prendevano collegialmente, in assemblea fisica e
per rumorosa e corroborante alzata di mano.
Ne sarei davvero felice.
Giocare ulteriormente sulle ambiguita' in una situazione di transizione come
questa in cui si diventa formali o meno in funzione delle convenienze mi
sembra poco appropriato nel momento in cui ci si ha la pretesa di proporsi
come interlocutore credibile.

Venendo al sodo ribadisco la mia posizione:

L'assemblea annuale e' un atto dovuto che non dipende dal fatto che ci siano
altre attivita' in corso ed il fatto che queste attivita' possano poi comportare a
breve altre assemblee e' del tutto irrilevante visto che qualunque fatto o
evento futuro potrebbe comportare la necessita' di una assemblea e, giusto
per fare un esempio concreto - di pari rilevanza rispetto all'imminente -
perche' allora non aspettiamo di sapere come va a finire la riforma ICANN
visto che ci coinvolgera' direttamente magari in termini assolutamente diversi
da quelli in cui 'il draft del mistero ' intende dare soluzioni ?

Inoltre, fino a prova contraria, le attivita'  'comuni'  della NA si svolgono nel
99.7% del tempo in lista ITA-PE per i membri regolari e circa nel 92% (stima
approx per difetto) senza incontri fisici per le cariche istituzionali.
(Prima di essere aggredito specifico che per le cariche istituzionali non ho
stime dell'impegno di tempo dedicato in modo personale - che va ovviamente
tenuto in debito conto - perche' non sono mai stato evidenziate il genere di
attivita' che vengono effettivamente portate a termine)
Detto questo non mi scandalizzerei di fare una assemblea ordinaria e poi
discutere in lista le varie problematiche che si presentano e solo allora
eventualmente convocare le opportune assemblee nel momento in cui serve.
Se si vuole fare diversamente allora prima si concorda e si cambia il
meccanismo di discussione e solo dopo si discute.
Chiedo troppo ?

Cordiali saluti.
Giorgio Griffini



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe