R: Denuncia Virus Spam

Elio Tondo elio a XTREME.IT
Mer 17 Apr 2002 17:05:11 CEST


From: "Alessandro Nosenzo" <nosenzo a IDEA.IT>

> Per quanto riguarda l'ISP ed i virus credo che si possa
> configurare una negligenza dell'ISP quando questi non
> limita in alcun modo il  traffico delle email.

Se togli il "non" alla fine della seconda riga possiamo essere d'accordo...
io ritengo che il dovere di un ISP sia quello di fornire servizi di rete
aderenti alle RFC, punto. E qui per di più siamo in un campo molto delicato,
la corrispondenza privata. Supponiamo che un mio cliente invii un allegato
contenente un documento molto importante, compresso e/o criptato con un
programma a suo piacere, e casualmente un pattern di byte in tale allegato
sia identificabile come "firma" di un virus e quindi bloccato dal mio
antivirus sul server di posta. Scenario a bassa probabilità, ma non
impossibile. Il mio cliente perde per questo motivo un'importante commessa e
mi cita per danni. Che faccio, sostengo davanti al giudice che ho agito per
il suo bene?

> Noi non lo facciamo ma so che molti ISP hanno filtri
> che intercettano e rimuovono virus al passaggio dal server

Anche io li installo in reti aziendali, e funzionano piuttosto bene. Ma mi
guarderei bene da installarli indiscriminatamente su un servizio di ISP
generico.

> se questo sara' lo standard allora chi non lo adottera' sara'
> negligente e passibile di azione di responsabilita'.

No, se questo diventerà una prassi diffusa (purché il servizio sia gestibile
dal cliente, non forzato) chi lo offrirà potrà usarlo come leva commerciale
per pubblicizzare i suoi servizi come più completi ed evoluti, ed il mercato
deciderà chi vince. Che il non offrirlo possa mai essere considerato una
negligenza ed induca presunzione di responsabilità mi sembra eccessivo.

Elio Tondo
XTREME-MNT



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe