Tot capitae, tot sententiae

Enzo Fogliani fog a FOG.IT
Mar 6 Ago 2002 10:15:12 CEST


Loris Marcovati ha scritto:
>
> Enzo, siamo daccordo sul principio generale, ma siamo sicuri che sia
> nell'interesse del meccanismo difendere d'ufficio una sentenza del
> genere? Cosa facciamo se il saggio invece che utilizzare gli strumenti
> propri della map si mette a valutare altri parametri (come sembra in
> questo caso)? Nulla? In tal caso chi ci deve pensare, l'ente conduttore?
> Non mi sembra la soluzione ideale.

Io non approvo affatto quella decisione, che mi sembra profondamente
errata (e ne approfitto per dire che sono d'accordo che gran parte dei
rilievi di Giorgio Griffini). Ne' intendo difendere d'ufficio la
sentenza. Intendo difendere semplicemente il sistema, che di per se
funziona, e segnalare che di decisioni tipo la Valda ce ne sono state al
massimo 3 o 4; che su circa 20 domini sottoposti a MAP sono una
percentuale piu' cha accettabile.

In questo caso, dovrebbe essere l'ente conduttore a valutare se affidare
in futuro altre decisioni allo stesso saggio. A quel che ne so, altri
enti conduttori valutano anche questi elementi prima di affidare
procedure.

Se poi le decisioni macroscopicamente errate di quell'ente conduttore
superassero la soglia fisiologica del sistema, diventerebbe un problema
di credibilita' per l'ente stesso e un problema politico per la NA.

> PS
> Se fossi l'ente conduttore ci pensarei molto  (ma veramente
> molto) bene prima di riassegnare un altro caso a quel saggio.

Anche io!

Ciao,

    Enzo.


-------------------------->>>  <<<--------------------------
Avv. prof. Enzo Fogliani, via Prisciano 42, 00136 Roma
Tel.:  +39-06-35346935; Fax:  +39-06-35453501
http://www.fog.it/enzo - E-Mail: fog a fog.it



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe