Giudici di Giudici

ALESSANDRO SANNINI alessandro.sannini a VIRGILIO.IT
Mar 13 Ago 2002 16:48:30 CEST


Credo che sia fuori luogo un supervisore dei giudici , perchè
s'innescherebbe una procedura sovietica .In cui tutti controllano tutti ed
in realtà nessuno viene controllato. L'arbitrazione serve a snellire le
procedure non ad allungare. A conciliare gli interessi delle parti con
equità e competenza tecnica da parte degli arbitri. Mi sembra un pò fuori
luogo questo supervisore delle procedure di riassegnazione....

A.S

----- Original Message -----
From: "Riccardo Roversi" <rroversi a SLA.IT>
To: <ITA-PE a NIC.IT>
Sent: Tuesday, August 13, 2002 4:20 PM
Subject: R: R: Preparazione dei saggi e www


> Caro Panella
>
> Quali sarebbero le " varie considerazioni che si possono fare sull'e-mail
di
> cicalo'" ?
>
> Per una volta le cose non possono essere grigie: o condividi il modo di
fare di Cicalò, oppure lo respingi.
>
> Io lo respingo decisamente e l'idea di nominarlo "supervisore delle
procedure di riassegnazione" mi fa venire i brividi (come mi fa venire i
brividi, in generale, l'idea di avere qualcuno che giudica i giudici).
>
> Mi pare, al di là delle varie considerazioni che si possono fare sulla tua
proposta, una proposta in linea con i vari disegni di legge recentemente
presentati dal governo in materia di giustizia.
>
> Vediamo se la lista condivide questo metodo.
>
> R. Roversi
>
> -----Messaggio originale-----
> Da: Ettore Panella [mailto:box a starnet.it]
> Inviato: domenica 11 agosto 2002 20.50
> A: ITA-PE a NIC.IT
> Oggetto: Re: R: Preparazione dei saggi e www
>
> al di la' delle varie considerazioni che si possono fare sull'e-mail di
> cicalo' bisogna riconoscere che sta svolgendo egregiamente un ruolo che
> dovrebbe essere svolto da un organo della NA ovvero il controllo
> dell'operato dei saggi e degli Enti conduttori (ogni organismo ha degli
> organi di controllo interni).
> Grazie a lui abbiamo potuto discutere e valutare diverse MAP.
> Io proporrei di metterlo nella condizione ottimale per valutare tutte le
> map e dargli l'incarico di segnalare alla NA i casi anomali o che meritano
> un approfondimento.
>
> saluti
>
>
>
> > Cavoli Cicalò devi essere davvero bravo
> >
> > E pensare che ci sono dei coglioni che studiano diritto tutta la vita
> > e, alla fine, non pretendono ancora di sapere tutto (come è capitato a
> > te in qualche giorno)
> >
> > Peccato per i problemi di famiglia, ma mi sembra tu sia ancora giovane.
> >  Perché non ti iscrivi a legge e diventi, in sei anni (magari anche
> > cinque), senior partner, per esempio, di Clifford Chance, oppure perché
> > non mandi a casa il Prof. Franco Bonelli (di Bonelli Erede Pappalardo)
> >
> > Ci sono tanti clienti che ti aspettano
> >
> > Buon lavoro
> >
> > Riccardo Roversi
> >
> >
> >
> >
> >
> >
> > -----Messaggio originale-----
> > Da: Daniele Cicalò [mailto:info a iocisono.it]
> > Inviato: giovedì 8 agosto 2002 0.34
> > A: ITA-PE a NIC.IT
> > Oggetto: Preparazione dei saggi e www
> >
> > Ho letto il solito ginepraio che ho innescato, mi duole leggere sempre
> > le solite cose, tutti hanno detto, tutti vorrebbero e come sempre a
> > rimetterci è chi capita in una procedura.
> > Credo che concettualmente vada benissio l'apertura delle porte di
> > saggio per chiunque, alcuni avvocati hanno dimostrato, non solo di non
> > conoscere le regole di naming ma la totale ignoranza della legge
> > marchi.
> > Con questo voglio dire che sarà inutile mettere il requisito di una
> > laurea, condivido l'introduzione  dei test secchi come a scuola guida.
> > I temi dovranno essere di cultura generale sulle leggi marchi e del
> > diritto d'autore ma anche tutte le sentenze e altri giudizi degni di
> > nota avvenuti a livello mondiale.
> > Il concetto da casalinghe "l'ho sentito è un marchio" non è applicabile
> > alle procedure, cosa che in tribunale ha il suo peso e mai ha dato una
> > vittoria a qualcuno.
> > Nella procedura che ho subito al tempo "gente.it" nei pochi giorni
> > concessi mi sono letto tutte le sentenze italiane dei vari tribunali,
> > tutte le leggi in materia di marchi e d'autore e tutti i precedenti
> > legali di parole comuni usate come marchio che hanno subito un
> > giudizio.
> > L'inteligenza non si compra a mazzetti dal fruttivendolo, un titolo lo
> > può ambire chiunque personalmente ho un cugino che a 22\23 anni era gia
> > laureato in legge oggi ha 37 anni e è Vicequestore, ci sono altri
> > soggetti che per la solita laurea ci impiegano 8 anni.
> > Vi confesso che per gravi problemi familiari a livello di studi ho
> > fatto bene più o meno la 4 e 5 elementare, ma le 120 pagine di difesa
> > che ho mandato alla crdd, me le sono scritte una per una e dalla
> > sentenza si estrapola che i temi legali per difendermi li ho toccati
> > tutti.
> > La causa legale che è in corso, è si portata avanti da uno studio
> > legale, ma lo ho personalmente affiancato per lo sviluppo dei temi, non
> > per una loro mancanza di competenze, ma per una tale mole di concetti
> > di cui bisogna avere conoscenza che nessuno studio legale grande o
> > piccolo, se non del settore può avere; vista la vastità.
> > Il problema più grande del www, non è l'aspetto legale, ma la totale
> > incompetenza a tutti i livelli.
> > Il web italiano è molto economico e chiunque con due soldi può fare il
> > mnt, per recuperare 4 soldi basta uscire e fermare il primo barbone per
> > vendergli un dominio piu lo spazio, tale è la richiesta si parla di
> > quanti enti ci sono, ma quanti mnt ci sono??
> > Molti mnt che conosco non sanno nemmeno cosa è un top level o che
> > esista questa lista e molti provengono da settori distanti anni luce
> > con zero competenze di marketing e di www.
> > Questa ignoranza ha fatto colare a picco tutti i grandi progetti
> > italiani di portali
> > http://www.clarence.com/contents/tecnologia/noiaportale/np006/   sarà
> > presunzione o forse i 20 anni di vendita come agente in aziende  ai
> > massimi livelli in vari settori, che mi hanno reso intuitivo del
> > mercato, nei primi mesi del 2000 ero alla guida di una rete vendita di
> > un importante gruppo editoriale, a  coordinare lo sbarco nel Web della
> > rete vendita, dopo poche settimane detti una relazione di 40 pagine
> > all'amministratore prevedento il fiasco a cui andava incontro, lui mi
> > disse che aveva una laurea in informatica e che se non sapeva lui cosa
> > era il www con somma presunzione data dalla carica. Io fui cacciato per
> > insubordinazione alle bufale,ma la borsa mi ha dato ragione nel
> > settebre 2001 avevano - 42% al mibtel.
> > Per chiunque ha a che fare nel Web ci vorrebbero dei corsi, dai mnt,
> > hai loro agenti et. et.
> > Spesso m'intrufolo in meeting e in giornate dedicate al Web, dove
> > partecipano le istituzioni e le associazioni che orbitano nel WWW, ma
> > purtroppo si respira solo aria di clientalismo, un mangia mangia
> > totale, niente di costruttivo e ciò è veramente deprimente.
> > Basta, mi soo dilungato anche troppo buon lavoro
> >
> >
> >
> >
> > Daniele Cicalò
> > 338 43 55 672



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe