R: Supervisione dei giudici ? oooopppsss

Bruschi Raimondo raimondo a BRUSCHI.COM
Mer 14 Ago 2002 15:00:40 CEST


At 13.01 14/08/2002 Wednesday +0200, you wrote:
>OOOOPPPPSSS !
>Non me ne vogliate ... Ho scritto Ra al posto di Na .... Pensavo ad
>altro .
>
>"....controllori dei saggi nominati da NA", il "saggio" fornisce parere,
>C'e' poi sempre la NA a controllare.

A costo di risultare petulante e sentirmi dire "grazie se non c'eri tu non
sapevo la diferenza" da Roversi:

I saggi sono nominati dagli enti conduttori EC (la NA non controlla nulla)
Gli arbitri sono su richiesta abilitati da presidente NA (vedi 15.2) forse
potrebbero levargli l'incarico

a) il contestatore decide di rivolgersi a un Ente Conduttore (EC), il suo
saggio decide = arbitrato rituale = Procedura di riassegnazione
nota stonata: (1 persona decide = il contestatore e' cliente del giudicatore)

b) il contestatore decide di rivolgersi agli arbitri = arbitrariato
irrituale = Comitato di arbitrazione , c'e' uno o tre arbitri a giudicare

c) tribunale civile

**** Premesso che il contestatore puo rivolgersi direttamente ad A B o C

che le norme suggeriscono:

percorso A
poi B o direttamente C

*** Di fatto:

tutte le controversie finiscono in A , stano ma vero !
pochi finiscono direttamente in B (3 casi) nessuno da A
il resto finisce in C dopo A o direttamente.
che e' nostra parrocchia (di fatto non contiamo nulla)

da notare che il saggio si ripresenta in C in veste di avvocato difensore
ed e' l'unico competente in una posizione ambigua
visto che la scelta di passare a C da A
e frutto delle ritenuta errata decisione ipresa in A di cui ne e' pater.

saro duro (di testa) ma mi sembra un percorso che ha bisogno di essere
ridiscusso.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe