R: Supervisione dei giudici ? oooopppsss

Lapo Sergi lapo.sergi a QUIXE.IT
Mer 14 Ago 2002 16:26:29 CEST


Ho già detto in passato ed in tempi non sospetti (e ribadisco) che a mio
parere hanno senso solo A e C.

B è un meccanismo abbastanza costoso per le parti ed inutile perchè nessuno
più sottoscrive la clausola di arbitratazione: i più grandi maintainer, come
ad esempio register.it, la escludono di default sulla LAR autogenerata dal
database.
Roversi  ha già spiegato bene perchè: accettare l'arbitrato equivale ad
un'autocastrazione.

Qundi, a costo di far inc....are per l'ennesima volta Andrea Monti - (che
spero sia in ferie:-) ribadisco che tralasciando B (arbitrato) per
migliorare A (PDR) non può che far bene al sistema e dare maggiore chiarezza
al tutto.

D'altronde il mercato ha già scelto: o PDR o Causa Civile. Arbitrato mai.

ciao

Lapo Sergi


----- Original Message -----
From: "Bruschi Raimondo" <raimondo a bruschi.com>
To: <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Wednesday, August 14, 2002 3:00 PM
Subject: Re: R: Supervisione dei giudici ? oooopppsss


> At 13.01 14/08/2002 Wednesday +0200, you wrote:
> >OOOOPPPPSSS !
> >Non me ne vogliate ... Ho scritto Ra al posto di Na .... Pensavo ad
> >altro .
> >
> >"....controllori dei saggi nominati da NA", il "saggio" fornisce parere,
> >C'e' poi sempre la NA a controllare.
>
> A costo di risultare petulante e sentirmi dire "grazie se non c'eri tu non
> sapevo la diferenza" da Roversi:
>
> I saggi sono nominati dagli enti conduttori EC (la NA non controlla nulla)
> Gli arbitri sono su richiesta abilitati da presidente NA (vedi 15.2) forse
> potrebbero levargli l'incarico
>
> a) il contestatore decide di rivolgersi a un Ente Conduttore (EC), il suo
> saggio decide = arbitrato rituale = Procedura di riassegnazione
> nota stonata: (1 persona decide = il contestatore e' cliente del
giudicatore)
>
> b) il contestatore decide di rivolgersi agli arbitri = arbitrariato
> irrituale = Comitato di arbitrazione , c'e' uno o tre arbitri a giudicare
>
> c) tribunale civile
>
> **** Premesso che il contestatore puo rivolgersi direttamente ad A B o C
>
> che le norme suggeriscono:
>
> percorso A
> poi B o direttamente C
>
> *** Di fatto:
>
> tutte le controversie finiscono in A , stano ma vero !
> pochi finiscono direttamente in B (3 casi) nessuno da A
> il resto finisce in C dopo A o direttamente.
> che e' nostra parrocchia (di fatto non contiamo nulla)
>
> da notare che il saggio si ripresenta in C in veste di avvocato difensore
> ed e' l'unico competente in una posizione ambigua
> visto che la scelta di passare a C da A
> e frutto delle ritenuta errata decisione ipresa in A di cui ne e' pater.
>
> saro duro (di testa) ma mi sembra un percorso che ha bisogno di essere
> ridiscusso.
>



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe