un secondo grado per la riassegnazione?

Luca Giacopuzzi luca a LEGISNET.IT
Mar 20 Ago 2002 00:37:57 CEST


----- Original Message -----
From: "Riccardo Roversi" <rroversi a sla.it>
To: "Tullio Andreatta" <tullio a LOGICOM.IT>; <ita-pe a NIC.IT>
Sent: Monday, August 19, 2002 11:12 PM
Subject: R: Decisioni giuste, decisioni sbagliate e pastiglie Valda ...


La proposta di prevedere un secondo grado di giudizio, che puņ essere
promosso dal resistente, mi pare una buona idea (...).
Vorrei, perņ, aggiungere qualche considerazione per tentare di migliorare
l'idea:

- in primo luogo, credo che il ricorso al secondo grado dovrebbe essere
consentito anche al ricorrente che sia risultato soccombente in "primo
grado";

- in secondo luogo, a mio parere non dovrebbe essere consentita la
produzione di nuovi documenti in appello, per evitare che "magicamente"
saltino fuori documenti (in formato elettronico...) che potrebbero risultare
decisivi;

-----------
-----------

Trovo la proposta di Roversi molto interessante, da prendere in seria
considerazione.

Condivido anche i "suggerimenti" formulati, ai quali ne voglio aggiungere
uno:
- il Collegio (unipersonale o meno) che decida l'appello non sia composto da
saggi provenienti dal medesimo EC che ha reso la decisione appellata;

Un saluto
Luca Giacopuzzi



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe