Cicalo', PDR ed altro (lunga)

Patrizio Menchetti patrizio.menchetti a MENCHLAW.COM
Mar 20 Ago 2002 11:23:11 CEST


Da modesto orecchiante di cose giuridiche sono ovviamente
esterrefatto dalle argomentazioni giuridiche del sig (o dott?)
Cicalo'. D'altra parte, mi sembra che questa lista sia una lista in
cui piu' che discutere di questioni tecniche si discuta di politica
della rete. Nella accezione nostrana del termine la politica e' di
per se' priva di cognizioni tecniche. Per cognizioni tecniche
ovviamente intendo anche quelle giuridiche, dato che per sapere quali
sono gli elementi di qualificazione di una contraffazione di marchio
o se un procedimento cautelare e' eseguibile all'estero occorre una
preparazione tecnica, ne' piu' ne' meno come per configurare BIND. Ho
letto di molte baggianate dette su Internet da parlamentari della
repubblica, e qualcuna di queste baggianate e' stata anche elevata a
dignita' di disegno di legge. In questo contesto, ovvero nel contesto
politico, certamente anche le affermazioni del sig. Cicalo' possono
trovare una loro dignita' (e, come spesso avviene in politica
italiana, possono anche essere supportate o negate non per la loro
qualita' intrinseca ma per il beneficio che possano apportare all'una
o all'altra fazione). D'altra parte anche noi tecnici del diritto,
come giustamente diceva mi pare Riccardo Roversi, dovremmo fare
qualche ammenda. Tempo fa un illustre e capace collega mi raccontava
di un provvedimento di un tribunale del nord italia che definiva un
nome a dominio come "una forma di teletrasporto", e mi ricordo
personalmente di articoli di dottrina, sia di cattedratici che di
giovani studiosi che si qualificano come esperti di diritto di
internet, che, nel commentare un provvedimento di un tribunale
emiliano che discuteva di un indirizzo di posta elettronica e del
nome di una mailing list, l'hanno per anni indicato come ordinanza su
un nome a dominio, riportando accanto l'indirizzo di posta
elettronica di di cui si decideva nel provvedimento (ovviamente il
dominio dell'indirizzo non c'entrava per nulla).
Per venire alle PDR, nessuno poi ovviamente vieta di istituire un
sistema di certificazione di QoS di enti conduttori; ma allora credo
che sarebbe opportuno smettere di far politica e ritornare a fare (o
adottare) norme tecniche, come c'era originariamente scritto nel
mission statement della Naming. Esistono da anni norme ISO in questo
settore, e se non vogliamo adottare quelle al limite prepariamone una
ad hoc. Questo a mio avviso e' compito di chi si intende di processi
di qualita' e non di chi vuole far politica o dei giuristi; il
giurista poi potra' al piu' consigliare sui temi specifici di
aggiornamento nel caso si decida di inseririe un parametro di
continuing education per la certificazione. E' evidente, come tutti
sanno, che la certificazione di qualita' dei processi non implica un
controllo sui provvedimenti. Per quello ci sono i tribunali, dove ci
si puo' sempre rivolgere se si ritiene di avere ragione, esattamente
come avviene per le conciliazioni per contratti di subfornitura in
camera di commercio o per l'ombudsman bancario. E' anche altrettanto
evidente che mantenere in piedi un sistema di certificazione di QoS
costa; e questi costi chi li paga?
Per finire, mi permetto di ricordare che l'universita' di Padova ha
istituito un Master in diritto della rete. Si tratta di un Master di
secondo livello cui possono accedere esclusivamente i titolari di
laurea quadriennale di vecchio ordinamento o titolo straniero
equipollente e riconosciuto. Il Master, organizzato dal Dipartimento
di Studi Internazionali e diretto dal Prof. Tito Ballarino, avrÓ
durata annuale e prevede il rilascio di diploma con 60 cfu (crediti
formativi universitari). Il termine di iscrizione e' il 15 ottobre.
ll bando ufficiale del Master, con le relative istruzioni e il fac-
simile della domanda, sono disponibili all'indirizzo:
http://www.unipd.it/area_news/bando_master.htm.
Ulteriori (scarne) informazioni sono disponibili su
www.internet-law-digest.com
Per motivi organizzativi (il programma e' gia' pronto), a nome del
comitato ordinatore del Master sono rammaricato di comunicare sin da
ora che non potremo purtroppo accettare indicazioni dal sig. Cicalo'
su come svolgere i corsi.


------------------------------------------------
Patrizio Menchetti
Avvocato
patrizio.menchetti a menchlaw.com
PGP public key available at http://www.menchlaw.it
Questo messaggio puo' contenere informazioni confidenziali e/o
coperte dal segreto professionale. L'utilizzazione, la riproduzione
e la diffusione del presente messaggio o di qualsiasi informazione
ivi
contenuta sono consentite esclusivamente al legittimo destinatario o
a terzi autorizzati a ricevere per conto del legittimo destinatario.
Se il messaggio e' stato ricevuto per errore, il ricevente e' pregato
di
avvisare per e-mail all'indirizzo info a menchlaw.it e di cancellarlo.
Grazie in anticipo.
This message contains information which may be confidential and/or
privileged. Unless you are the addressee (or authorized to receive
for
the addressee), you may not use, copy or disclose to anyone the
message or any information contained in the message. If you have
received the message in error, please advise the sender by reply
e-mail to info a menchlaw.it, and delete the message. Many thanks.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe