R: R: Le MAP, il secondo grado, i saggi e le bandiere bianche.

Alessandro Nosenzo nosenzo a IDEA.IT
Lun 26 Ago 2002 12:49:09 CEST


Scusa ma non mi sento di condividere la tua opinione.
Le MAP sono il futuro e sempre piu' a questo strumento si fara'
ricorso.
Non comprendo perche' pur in presenza di giudici corrotti e dello
sfacio totale della giustizia in Italia con detenuti innocenti e
colpevoli liberi e magari anche in posizioni di potere, le MAP
dovrebbero essere cosi' criticate.
Il saggio decide la MAP non gia' secondo il proprio umore o in base
alle tangenti pagate da questa o quella parte (cosa che invece e'
avvenuta nei Tribunali Italiani e non solo Italiani), ma in base a
certe regole. E' possibile che un saggio sia piu' bravo di un altro
ma questo capita anche fra i medici e non per questo sono vietate le
cure mediche.
Se una MAP non soddisfa si fara' ricorso al Giudice e cosi' si vedra'
veramente come sono messe male le cose.
Le MAP come tante altre procedure amministrative sono pregievoli se
non altro per far capire a questi zucconi di Italiani (ed ai loro
avvocati) che non serve fare causa ma conviene mettersi daccordo. Se
avvocati e clienti capiranno questo concetto finalmente manderemo a
casa un po' di giudici e potremo risparmiare un sacco di soldi in
stipendi da capogiro e destinarli magari alla cura dei poveri senza
assicurazione.
Inoltre signori vi ricordo una cosa molto importante: se un signor
Giudice sbaglia non potete fare nulla contro di lui nonostante un
referendum avesse invece deciso di addebitare una responsabilita'
civile a questi lavoratori (si fa per dire). Se invece un EC o un
saggio sbagliano allora potete richiedere il risarcimento dei danni a
questi signori che essendo persone per bene sono per lo piu'
ampiamente assicurati garantendo quindi il pagamento del danno non
solo con il loro patrimonio (solitamente giustamente occultato) ma
con il patrimionio di grandi imprese di assicurazioni. Magari i
Tribunali funzionassero come le MAP.
Pensate cari avvocati e clienti se perdete la MAP fate causa alla
controparte ed un'altra causa per danni al saggio: chi sta meglio di
voi con tutte queste belle cause?
Saluti.

Alessandro Nosenzo

On 26 Aug 2002 at 12:21, Tullio Andreatta wrote:
> Manca la mia:
> 3) possibilita' di una contro-MAP, attivabile da chi ha perso la prima
> MAP, in cui l'EC e' scelto dal ricorrente e le spese possono essere
> ripartite; con un impatto economicamente positivo per gli EC, che
> tratterebbero piu' casi, ed economicamente dannoso solo per il
> contendente a cui viene dato torto; ma soprattutto con un'iniezione di
> credibilita' nel sistema, che soffre del fatto che oggi il "giudice"
> e' scelto E PAGATO dal ricorrente; e non venitemi a dire che il saggio
> e' indipendente dall'Ente Conduttore, perche' non vi e' garanzia di
> questo. Non ci credete? Andate a vedere la la lista di saggi dell'EC
> "Studio Legale Tonucci": sono tutti avvocati che lavorano per lo
> studio legale che ha lo stesso nome dell'Ente Conduttore, e solo il
> fatto che ci sia in mezzo l'Avv. Alessandro del Ninno mi fa pensare
> che le cose vengano fatte "come Dio comanda" ...
> Ancora una volta: non si puo' affermare che un sistema funzioni,
> quando tutta la sua credibilita' si basa non sulle regole, ma sul
> fatto che le regole siano applicate da galantuomini.



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe