proposta obbligatorieta` abuse@<nomedominio.it>

Emilio Brambilla emilio a INET.IT
Lun 26 Ago 2002 15:08:41 CEST


ciao,
On Mon, 26 Aug 2002, Control C wrote:

> Marco, vediamo di chiarirci con un esempio concreto: al *Governo* fanno
> capo diversi istituti. Ad esempio la solidarieta' internazionale che ha
> i suoi organigrammi, il suo ufficio stampa, i suoi capoccia, vice e
> funzionari, il suo bilancio, i suoi miliardi, e che magari edita in
> *sostanziale* delega ed autonomia: *solidarieta.gov.it*.
ok, ma la stessa cosa puo` avvenire con QUALSIASI dominio, non solo con
gov.it (dopotutto non e` scritto da nessuna parte che e` vietato delegare
ad altri dei sottodomini, se non per domini che ricalcano nomi di gtld) e
non mi sembra giusto creare una regola diversa per gov.it: il responsabile
e` che firma la lettera di AR e allo stesso modo deve essere responsabile
per gli abusi, se poi il dominio e` stato ri-delegato possono provvedere
loro a girare le segnalazioni (e` piu` semplice anche per chi deve inviare
segnalazioni!)

>
> Beh, insomma, io preferirei che, proprio per un motivo mooolto pratico,
> avesse il *proprio* abuse a . Che dici?

dico che, secondo me, e` auspicabile avere un abuse per ogni sottodominio
di gov.it (come lo ritengo utile per ogni sottodominio in genere, se
sub-delegato a soggetti diversi dal dominio principale), ma che non
ritengo corretto, e nemmeno utile, scriverlo nelle regole di naming


--
Saluti,
emilio brambilla



Maggiori informazioni sulla lista ita-pe